Sinestetica, 4 mura alla cultura

Apre oggi nel quartiere Montesacro, con un'inaugurazione di tre giorni, Sinestetica: un circolo, un salotto, una libreria, una galleria e molto altro nato dall'idea di un trio di trentenni

Viale Tirreno 70 potrebbe diventare un nuovo punto d’incontro in una Montesacro rianimata più a suon di birra che di cultura. L’idea è di tre trentenni provenienti dall’oltre Aniene e conosciutisi al liceo classico Giulio Cesare. Tutto è iniziato nel 2015 quando nel piccolo studio da architetto di Pietro Zampetti si organizzavano serate in terrazzo. Mostre ed esposizioni nate spontaneamente, alimentate dalle produzioni del giro di amici e accompagnate da un po’ di musica e qualche consiglio di lettura. 

Un piccolo circolo autocostituitosi, un «salotto itinerante» si definiscono loro occhieggiando a caffè letterari di tempi ormai perduti. Sinestetica, questo è il nome del progetto culturale, ha iniziato poi ad essere ospitato in vari luoghi di Roma, da un parco sul Lungotevere, a Monti - il quartiere radical descritto ormai qualche anno fa da Addio, Monti di Michele Masneri. Fino alle case private, alle manifestazioni estive, alle associazioni come Pinispettinati, cercando posti nuovi e man mano più capienti.

E poi il salto verso un posto proprio, affittato, ristrutturato, allestito e presentato con una inaugurazione di tre giorni a un quartiere in cui mancava un luogo di aggregazione culturale. Ci sarà un bancone, libri e una sala espositiva da utilizzare per laboratori o presentazioni ed altri eventi. Lo dice il nome, ci sarà la compresenza e il mescolio delle arti, da percepire con i diversi sensi. Ed esposizioni di carattere diverso «legate a un singolo progetto che ci ha colpito per qualche ragione oppure nella nostra modalità originaria: mandiamo una mail al nostro gruppo di artisti, molti dei quali ormai sono amici, e lanciamo un tema, uno spunto da cui partire» spiega Pietro Zampetti mentre ultima l’allestimento per l’opening.

Per l’apertura il tema scelto è proprio un omaggio al quartiere che li ospiterà, Montesacro e dintorni spingendosi fino al Tufello, Vigne Nuove o Pietralata. Titolo: «vedute dal quartiere» e il formato richiesto è minimo «per creare una sorta di cartolina» raccontano da Sinestetica.

Oltre a Pietro Zampetti, architetto classe ’87 con un dottorato sul rapporto tra arte e architettura, dietro Sinestetica ci sono Giulia Martinis, storica dell’arte prestata alla comunicazione e definita dai suoi colleghi «esperta di gusto». E Michele Cruciani professione libraio ma anche capace nella gestione di cose pratiche che quando si apre un locale è bene sapere. Un trio con competenze diverse, determinato a non rinunciare a un lavoro che possa contenere gli anni di studio, gli interessi, le passioni e i desideri. Ma anche la voglia di condividere l’energia creativa con gli altri, per ampliarla, convogliarla, concretizzarla. In altre parole dare quattro mura e un indirizzo a questa parola, “cultura”, così evanescente e desiderata.

 

 

 

1, 2 e 3 Dicembre

dalle 18:00 alle 23:00

Viale Tirreno 70 a/b [Metro B - Conca d'Oro]

 

Venerdì 1 Dicembre alle ore 18:00 

Esposizione collettiva inaugurale "Vedute dal quartiere".

Gli artisti: Alessandro Acciarino, Alessandro Amoruso, Alessandro Brunelli, Alessandro Oltremarini, Andrea Martorano, Antonio Laruffa, Camilla De Boni, Costangelo Pacilio, Davide Onorati, Eleonora Tomassini, Eugenio Pozzilli, Federico Cianciaruso, Filippo Parroni, Francesca Balducci, Giovanna Buccino, Giovanni Pernazza, Giuseppe Grant, Irene Russo, Laura Zerella, Linda Aquaro, Luca Petrassi, Marta Burrai, Marta Porro, Martina Bu, Monica Manicone, Monica Perfido, Ombretta Balsucci, Sara d'Abate, Simone Galli, Tito Puglielli, Valerio Ventura, Vincenzo Peci

Inaugurazione della scultura "7715" di Laboratorio Anelo 1997 nel cortile.

 

Sabato 2 Dicembre alle ore 18:00 

"Artigianato & Co.", presentazione dei nostri espositori.

 

Domenica 3 Dicembre alle ore 18:00 

Presentazione del libro I favolosi anni '85 di Simone Costa per Edizioni Spartaco insieme a Veronica Giuffré.

 

In fondo foto di Sinestetica ospite in diversi luoghi (Facebook Sinestetica)

 

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Caterina Grignani è il direttore responsabile di Roma Italia Lab. 

Per contattarla direttamente, scrivi a: caterinagrignani@romaitalialab.it

Fatto: studi letterari, viaggi con la scusa dello studio, stage e contro stage, insegnare italiano nonostante una incorreggibile "r" moscia, miglia di navigazione a vela, scampare a una tempesta, coltivare odori per cucinare, scrivere racconti, sopravvivere a un inseguimento di cinghiali

Da fare: rendere celebre Roma Italia Lab, tornare in Polinesia, scrivere un libro, avere una cucciolata di cani in salotto, suonare la pianola con le basi registrate ai matrimoni, andare all'isola di Pasqua e a Mosca e alle Azzorre, pimpare la 500 di mia nonna


Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione