Il Nuovo Mondo di Joe Oppedisano

Il frazionamento di un volto come di un ambiente, parliamo di ritratti non solo di singole persone ma di intere comunità o di città, può ad esempio, permetterci di cogliere l’intima essenza di quel volto o di quell’ambiente, al di là della bellezza formale e di una certa sua banalità.



Stefano De Luigi e le voci del bianco

Sarebbe stato possibile per un fotografo attingere a tutto questo universo di concetti, tanto radicati e fondanti, senza mai cadere nella facile retorica delle emozioni e della pietà, dando voce ad interrogativi così imprescindibili…


I mille volti di Anna

«Cara Anna, se qualcuno ancora dubitasse che la fotografia può essere fonte di vera poesia, basterebbe mostrargli le tue immagini per costringerlo a ricredersi una volta per tutte»


Nel mondo del Vudù

Il reportage di Ann-Christine Woehrl ci fa entrare, in un sol colpo, in un altro mondo, così distante dal nostro da sembrare veramente ambientato in un pianeta parallelo.




Non è gioco, è Kinky

«Il mondo e gli esseri umani sono troppo interessanti per aggrapparsi ai pregiudizi nella speranza che si possano trovare «verità assolute», che saranno pure rassicuranti ma anche non realistiche, in quanto dogmatiche». Valentina Quintano


La realtà svelata di Giacomo Costa

Le impalcature, le strutture, le sovrastrutture che sorreggono una natura spogliata della sua bellezza, circondata da caos o da un eccesso d’ordine comunque spersonalizzante, hanno evidentemente un valore reale ma anche metaforico. L’autore, tuttavia, non si limita alla semplice registrazione del fatto ma intuisce la proiezione del fatto, il destino al quale la città, e con lei la civiltà, sono forzosamente trascinate.