16/08/2022

Come scegliere le porte interne

Come scegliere le porte interne

Si possono trovare in commercio tante differenti tipologie di porte interne, per la casa e per l’ufficio. La scelta va effettuata con attenzione, anche perché solitamente la sostituzione di una porta si effettua solo raramente. Quindi si tratta di scegliere un complemento d’arredo che rimarrà a lungo nell’abitazione e che, se scelto con cura, può offrire un tocco di piacevolezza a qualsiasi ambiente. A patto di preferire uno stile consono a quello dei mobili e degli altri allestimenti previsti per la casa o per l’ufficio.

Porte in legno classiche
Tra le porte classiche quelle in legno sono tra le più apprezzate ed eleganti. Ricordiamo che sono disponibili porte con ante in multistrato, che a una finitura in legno accoppiano un interno fonoassorbente, anti incendio o con altre peculiarità. Questo permette di scegliere una porta classica ed elegante anche come portoncino d’ingresso o per le aperture in cui è obbligatorio installare porte tagliafuoco. Detto questo, le finiture oggi disponibili sono moltissime, sia con pannello liscio, sia con intarsi e disegni pantografati. Oltre a questo è possibile inserire nelle porte interne parti in vetro, in metallo o in altro materiale, cosa che permette la massima libertà di espressione. Lo stesso dicasi per i colori; anche le porte interne in legno si possono produrre con finitura naturale, oppure laccate con un qualsiasi colore RAL; chiaramente è opportuno verificare tali opzioni per ogni singolo modello di porta che si sceglie, perché tali caratteristiche dipendono dal materiale di base e dall’azienda che produce la porta.

Porte moderne
Le porte interne in stile contemporaneo sono molto lineari, dall’aspetto pulito e con particolari essenziali. Alcuni modelli presentano delle semplici linee, che offrono carattere all’oggetto senza snaturarne il materiale. Anche per le porte interne moderne il legno la fa da padrone, ma sono molti coloro che prediligono per la propria abitazione e per l’ufficio il laminato, il legno laccato o anche il vetro. La scelta è molto ampia, anche per quanto riguarda il tipo di porta da installare. La novità degli ultimi anni sono le porte filomuro, che si possono abbinare anche a battiscopa filomuro. Si tratta di porte che quasi annegano nella parete, senza che l’infisso sia visibile o che l’anta fuoriesca dalla parete. L’effetto ottenuto è molto particolare ed elegante e si adatta perfettamente ad ambienti arredati in stile contemporaneo.

Aperture particolari
Quando si sceglie una porta è essenziale che sia un elemento decorativo per l’ambiente in cui viene installata, ma soprattutto che risulti funzionale. Per questo motivo non sempre le soluzioni di porte interne a battente sono le migliori in assoluto, anzi. In vari casi installare una porta a libro o scorrevole è la scelta migliore, perché consente di aprire una porta di dimensioni importanti anche laddove non vi sarebbe spazio nella stanza per il battente. Sono poi disponibili soluzioni innovative, come ad esempio le porte rototraslanti, o a bilico: soluzioni molto originali, che offrono un tocco di teatralità all’apertura, rendendo la porta una vera e propria protagonista di un ambiente.

Gli elementi da valutare in fase di scelta

La scelta delle porte da inserire nella propria abitazione è determinata da diversi fattori. In primis, bisogna valutare gli spazi che si hanno a disposizione. A tal proposito, per delle stanze dalle dimensioni ridotte potrebbe essere particolarmente utile installare delle porte scorrevoli oppure a libro, così da minimizzare l’ingombro dato dall’apertura. Un altro aspetto da valutare è se si ha intenzione di cambiare arredamento diverse volte nel corso degli anni, in tal caso potrebbe essere preferibile proiettare la scelta su modelli lineari che siano in grado di valorizzare differenti stili d’arredamento. L’ultimo aspetto, non per importanza, è quello di valutare la luminosità che la stanza possiede. Ad esempio, in camere piccole che non sono sufficientemente illuminate, potrebbe risultare particolarmente utile installare una porta con vetrata, così ricreare un ambiente più luminoso. Oppure si può valutare una vetrata per suddividere gli ambienti, come la cucina e il soggiorno, nel caso di un ambiente unico.