Home » Euro NCAP: arriva il nuovo protocollo

Euro NCAP: arriva il nuovo protocollo

Euro NCAP: arriva il nuovo protocollo

Euro NCAP ha lanciato il nuovo protocollo di test dedicato agli ADAS, i sistemi avanzati di guida assistita. In questo articolo abbiamo analizzato più approfonditamente in cosa consiste questo nuovo sistema di valutazione chiedendo informazioni ad un esperto come Matteo Grignani dell’omonima concessionaria auto a Pavia e Vigevano.

Euro NCAP, di che si tratta?

Euro NCAP è l’acronimo di “Programma Europeo di Valutazione dei nuovi modelli di automobili”: si tratta dell’ente formato da 7 governi Europei e da alcune case automobilistiche. Questo organismo dal 1997 si occupa di definire le modalità di valutazione della sicurezza delle automobili vendute in Europa con un duplice obiettivo: incentivare i costruttori ad investire nella sicurezza delle proprie auto ed aiutare i consumatori in una scelta più consapevole al momento dell’acquisto.

A rappresentare l’Italia nel consorzio Euro NCAP dal 2011 c’è ACI, l’Automobile Club Italia, che collabora con il laboratorio CSI della società IMQ con sede a Bollate: unico ente autorizzato ad effettuare i test Euro NCAP.

ADAS: la macchina non guida da sola

Gli ADAS sono tutti quei sistemi che permettono al guidatore di essere aiutato durante la guida grazie a sensori elettronici come: sensori di pioggia, sensore crepuscolare, cruise control, frenata automatica d’emergenza, sensori di parcheggio, avviso di cambio di corsia, riconoscimento automatico di segnali solo per citarne alcuni.

Inizlamente per ADAS l’Euro NCAP intendeva solamente la sicurezza passiva dell’auto, ossia la robustezza in caso di incidente. Negli ultimi tempi tuttavia la tecnologia è cambiata e ciò ha fatto in modo che si introducessero test anche sul versante della sicurezza attiva.

Euro NCAP ha quindi stabilito tre diverse categorie legate al mondo della guida autonoma e sono le seguenti:

  • Livelli 1 e 2: guida assistita in cui il conducente resta l’unico responsabile della conduzione del veicolo;
  • Livelli 3 e 4: guida automatica in cui il veicolo è il responsabile della conduzione ma il guidatore deve essere sempre disponibile per eventuali interventi;
  • Livello 5: guida autonoma in cui il veicolo è l’unico responsabile.

I nuovi standard Euro NCAP

Oltre alla valutazione delle cinque stelle l’ente certificatore introduce una nuova valutazione detta AD Grading, dedicata esclusivamente agli ADAS. Il giudizio è formulato dalle valutazioni di due categorie distinte: Assistance Competence, composto dalle sottocategorie “Driver Engagement” e “Vehicle Assistance”, e Safety Backup.

La valutazione finale si articola in 4 gradi: Entry, Moderate, Good e, nel caso migliore, Very Good.

Assistance Competence

Come già esposto, questa categoria di giudizio è data dall’unione di due sottocategorie.

La sottocategoria Driver Engagement deve soddisfare quattro parametri che influiscono da zero a 25%:

  • Chiarezza delle informazioni al consumatore, incluse quelle relative al marketing e nei manuali d’uso;
  • Informazione sul tipo di assistenza fornita durante la guida;
  • Verifica sul monitoraggio di attenzione del guidatore;
  • Interattività tra guidatore e vettura in caso di sterzata improvvisa.

La sottocategoria Vehicle Assistance comprende tre parametri che influiscono in maniera differente da zero a 40%:

  • Riconoscimento dei limiti di velocità e l’andamento a tali limiti;
  • Come il sistema riconosce e reagisce ad un’altra vettura;
  • Reazione dei sistemi di controllo laterale in caso di curva a S.

Alla fine viene preso in considerazione solamente il punteggio più basso tra Driver Engagement e Vehicle Assistance.

Safety Backup

La categoria Safety Backup ha tre parametri relativi ad eventuali problemi che influiscono da zero a 50%:

  • Verifica il tempo di risposta e di comunicazione del sistema in caso di malfunzionamento dei sensori;
  • Valutazione sul comportamento del veicolo se il guidatore è assente, nonostante i segnali di avviso;
  • Capacità del sistema di evitare o mitigare l’impatto di una collisione con la combinazione tra asssistenza alla guida ed i sistemi di emergenza, con peso 50%.

La valutazione finale

La valutazione finale, data dalla somma delle due categorie, si attesta sulla seguente scala:

  • Se è maggiore o uguale a 160 punti è Very Good,
  • Se è compresa tra 140 e 159 punti è Good,
  • Se è tra 120 e 139 punti è Moderate,
  • Altrimenti, se è compresa tra 100 e 119 punti è Entry.

Attualmente, sono state già valutate dieci vetture di livello 2 con questo tipo di protocollo ed i collaudi si sono concentrati sulla funzionalità Highway Assist: si tratta dei sistemi che assistono il guidatore nella guida in autostrada, in grado di mantenere la traiettoria e la distanza dagli altri veicoli circostanti.