Fondazione Exclusiva e Web Landscape Photography

Area 81_Fondazione Exclusiva
Area 81_Fondazione Exclusiva

La Fondazione Exclusiva è una nuova realtà romana per giovani talenti, che sviluppa programmi internazionali e interdisciplinari di alto valore scientifico e culturale. In questi giorni ospita la mostra di Web Landscape Photography di Max Serradifalco.

La Fondazione Exclusiva è una nuova realtà romana nata nel 2015, che abita splendidi spazi riconvertiti anche in luogo per l’arte in Via Giovanni da Castel Bolognese 81, in linea d’aria difronte al Museo Macro, ma attraversato il Ponte Testaccio, dall’altra parte del fiume. Un’area particolare della nostra città, in continua evoluzione, dove hanno sede tra gli altri, studi dedicati al design, al lighting design, all’architettura e anche atelier d’artista quale Emilio Farina. Non a caso una zona e degli spazi già inclusi da tempo nel programma di Open House Roma.
L’occasione per incontrare chi anima la fondazione e i suoi protagonisti, è la mostra dal titolo The Virtual Journey. Visioni satellitari, che si sposa perfettamente con l’argomento di questo numero dedicato alla Rete delle Reti. Il giovane artista presentato, è il palermitano Max Serradifalco, che si è imposto all’attenzione generale con il suo progetto sulle bandiere satellitari All Colors of the World. Reportage unici al mondo e privi di alcuna manipolazione digitale, nei quali si è distinto per essere stato il primo ad avere usato le mappe satellitari per osservare e fotografare artisticamente il nostro pianeta. Nel suo lavoro, che lui stesso definisce come un ponte di collegamento tra il Novecento e l’Era digitale, Serradifalco, esplora l’universo e raccoglie le prime visioni della Terra osservata con il satellite, questo il cuore anche dell’esposizione odierna. Un’altra sezione della mostra dal titolo E-art-h, è il luogo dove l’artista cerca quel legame tra l’arte più alta e i paesaggi offerti dalla Terra, in un gioco d’immagini e contrapposizioni, che si tramuta in un viaggio non solo nello spazio, ma nella storia della genesi dietro ai capolavori artistici indagati. Conclude il percorso espositivo la raccolta Earth/Portrait con scenari che s’ispirano e sembrano o forse, sono realmente divenuti, tratti umani. Se dunque non fossimo solo un puntino visto dall’Universo? Un interrogativo aperto, che Serradifalco esprime con una tecnica innovativa e allo stesso tempo ormai asserita all’arte e alla fotografia: la Web Landscape Photography.

Domandando all’artista che tipo di rapporto sia quello che vive con la Rete, considerando che il web e le tecniche post-telematiche sono la sua cifra stilistica, Max, ci ha confermato l’essenzialità sempre più forte, che questa ha assunto nella sua vicenda artistica e umana, poiché è da sempre affascinato dalla possibilità di girare il mondo lavorando con un computer collegato a internet. Un desiderio divenuto realtà, e interpretato dal suo insolito modo di mostrarci la Terra con un filtro dato solo dal suo occhio e dal satellite. Stretto pure il rapporto con i principali canali social, è attivamente presente su quasi tutti, inclusi alcuni direttamente connessi con l’attività artistica e espositiva come Behance, One Eyeland e Saatchi Art, ma non per mostrare il suo privato, bensì intesi come stimolo, contatti, per condividere novità e riflessioni sulla sua arte.

Questo, è anche lo spirito che anima la Fondazione Exclusiva, particolarmente attenta ai progetti che riguardino arte, tecnologia e sociale, dove Area 81 è lo spazio dedicato alle nuove idee, nato grazie a Exclusiva Design, che vanta interlocutori internazionali molto attenti al Made in Italy, e che si è posta come scopo con la creazione della Fondazione, di aiutare concretamente l’Italia a esprimere al massimo le sue potenzialità, in un momento per il paese di particolare sofferenza economica. Intenti dimostrati dall’impegno profuso dalla Fondazione in diversi campi, che si articola in progetti dove ampio spazio lo ha la formazione e la valorizzazione di giovani talenti, ragione per la quale oltre alla mostra in corso di Max Serradifalco, sempre a maggio avrà luogo un workshop gratuito di max&dougals per fotografi under trentacinque.

Abbiamo voluto incontrare chi sta dietro tali iniziative ovvero primo fra tutti, Fabio Mazzeo, il Presidente della Fondazione Exclusiva e l’eclettica Alessia Vitali, Coordinatrice del Programma della fondazione.

In base a quali criteri selezionate le vostre mostre ed opere esposte?

Fabio Mazzeo: Fondazione Exclusiva sostiene giovani di talento incoraggiandoli e supportandoli nelle prime fasi del loro percorso professionale e artistico. Attraverso le proprie attività, non sono solo mostre, ma anche workshop, conferenze e corsi di alta formazione, si propone di promuovere, condividere, insegnare e creare eccellenza, legando costantemente tradizione e innovazione. Gli artisti invitati ad esporre le proprie opere sono quindi giovani impegnati in progetti di ricerca dedicati al progresso della tecnica e a tematiche di valore sociale.

Quali sono i vostri obiettivi?

Fabio Mazzeo: Centro di approfondimento per giovani talenti, la fondazione sviluppa programmi internazionali e interdisciplinari di alto valore scientifico e culturale, individuando scambi costanti e percorsi virtuosi tra il mondo dell’impresa e della produzione industriale e quello della creatività pura. Scopo primario dei progetti promossi dalla fondazione è la creazione di opportunità per tutte le fasi della catena del valore, attraverso l’individuazione di obiettivi concreti e la scoperta di soluzioni innovative da presentare sul palcoscenico internazionale.

Esistono realtà artistiche, e che riguardano l’architettura e il design a Roma con cui state facendo o auspicate di fare rete?

Alessia Vitali: La fondazione si sta impegnando per la costituzione di una rete che coinvolga non solo organizzazioni culturali, ma anche istituzioni e aziende, proprio per dare valore e concretezza alle iniziative nelle quali s’impegna. Per citare una delle importanti collaborazioni con realtà romane legate al mondo dell’arte, ci rende molto felici accogliere nella nostra sede un ricco calendario d’incontri con esponenti del mondo dell’arte, della filosofia e della scienza curati da Fondazione Volume.

C’interessa la Fondazione Exclusiva, positivamente e culturalmente “inclusiva”, osa a Roma in una zona cittadina che offre molto, e ancora tutta da scoprire, mettendo a disposizione i suoi spazi e proponendo diverse opportunità come eventi qualitativamente degni di nota, e gratuiti (che rarità!), volti a performare e arricchire, pure i giovani talenti creativi oltre che internazionali, romani. Ci ripromettiamo di tenerla d’occhio e aggiornarvi sulle loro attività. Vi suggeriamo di fare altrettanto, potreste avere delle belle sorprese.

The Virtual Journey. Visioni satellitari di Max Serradifalco
Fondazione Exclusiva. Fino all’11 maggio. Da Martedì a Venerdì dalle 15.00 alle 20.00.
Sabato e Domenica dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00

Max&douglas Workshop gratuito per giovani fotografi
Fondazione Exclusiva. Dal 26 al 29 maggio

 

 

© Riproduzione riservata
Per approfondire

Fondazione Exclusiva


Il luogo di questo articolo