">

Alcuni consigli per la Giornata «Porte aperte a Roma»

Domenica 3 aprile, molti musei aderiscono alla terza edizione della Giornata “Porte aperte a Roma”, un appuntamento del programma culturale della Capitale atteso sia dai cittadini sia dai turisti. Vi segnaliamo alcuni siti da visitare gratuitamente.

Domenica 3 aprile, molti istituti aderiscono alla terza edizione della Giornata «Porte aperte a Roma», un appuntamento del programma culturale della Capitale ormai consolidato e atteso sia dai cittadini che dai turisti. Questa interessante iniziativa pone l’accento sul tema della «sostenibilità» delle proposte culturali dei musei che, dopo l’attuazione delle ultime riforme, stanno vivendo un momento cruciale di cambiamento e assestamento. E’ percorribile per gli istituti romani la strada dell’auto-sostenibilità della cultura, incrementando le attività e i progetti finalizzati a una migliore fruizione e valorizzazione dei beni culturali? Lasciamo volutamente aperta la questione. Intanto, suggeriamo ai nostri lettori alcune attività organizzate in questa giornata.
Il 3 aprile verranno aperte gratuitamente le porte della Galleria nazionale d’arte antica di Palazzo Barberini (dalle ore 9.00 alle 19.00), di Castel Sant’Angelo (dalle ore 9.00 alle 18.00) e della Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea (dalle ore 8.30 alle 19.00). Un’occasione importante per conoscere tre diverse collezioni romane, che conservano prestigiose opere di arte antica, moderna e contemporanea. Ogni prima domenica del mese le porte di questi musei saranno aperte gratuitamente a tutti. Per ulteriori informazioni vi consigliamo di visionare il programma della giornata pubblicato dalle singole istituzioni partecipanti sul proprio sito web o pagina Facebook. In questo caso, le visite guidate, ad esempio il «percorso esoterico» di Castel Sant’Angelo, richiedono una prenotazione anticipata e non sono gratuite.
Vi segnaliamo Villa Medici che, dalle 12.00 alle 19.00, partecipa alla Giornata «Porte aperte a Roma», offrendo anche visite guidate gratuite in italiano, francese e inglese della durata di 30 minuti. Villa Medici è un vero capolavoro dell’architettura rinascimentale; progettata nel 1666 per volontà del cardinale Ferdinando de' Medici, festeggia quest’anno il suo 350° anniversario. Dal 1803, Villa Medici è sede dell'Accademia di Francia a Roma, che accoglie artisti e ricercatori di tutte le nazionalità, attivi in diversi ambiti e discipline. Conserva al suo interno un’importante collezione, contraddistinta dalla presenza sia di opere antiche che più recenti, come le decorazioni realizzate da Balthus negli anni Sessanta. Domenica 3 aprile, i visitatori potranno percorrere il Grand Salon, il Salon de musique e il Salon de pensionnaires, i saloni situati al primo piano del palazzo di Villa Medici, e poi attraversare il Piazzale, le Galeries de Ferdinand e le Grandes Galeries. Quest’ultime ospitano, fino a giugno, le opere di Yan Pei-Ming, pittore franco-cinese, che ha soggiornato tra il 1993 e il 1994 a Villa Medici realizzando la serie di ritratti intitolata I 108 briganti, ispirata a un tema cruciale della letteratura cinese e attualmente conservata nella collezione del Fonds National d’Art Contemporain. Saranno aperti anche gli spazi del Belvedere o Terrazza del Bosco.

Infine, interessante si rivela l’apertura gratuita di Villa d’Este a Tivoli, dichiarata patrimonio dell’UNESCO, che per l’occasione rende accessibile al pubblico, dalle ore 9.30 alle 13.30, anche il Museo didattico del libro antico, ospitato all’interno dei giardini della villa, in due locali siti nel piazzale antistante la Fontana dell’Ovato. Il Museo didattico del libro antico, rara istituzione nel panorama culturale italiano, è riconosciuto a livello internazionale per la sua scientificità e originalità. Gli appassionati di libri antichi potranno «viaggiare» nel passato e scoprire i segreti e le tecnologie della produzione libraria dell’antica Tibur, visionando esemplari rari dal papiro alla carta stampata.

ARTICOLI CORRELATI

Roma per i bambini

Valerio Rocco Orlando, quando i musei fanno rete

Il sogno di Costantino

Remo Remotti, un antieroe di strada al Macro

Open House Roma aperta e gratuita

Antiguida di Roma, I Circoli romani: confini e comunicazioni

SYNCHRONISATIONS – SYNCOPATIONS LONDON BIENNALE IN ROME

L'ex manicomio è un museo da brivido

L'antieroe è servito

A che gioco giochiamo?

Sunbeam il sole di Gregor Becker

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione