Home » Macchine lavorazione lamiera: funzionamento, piegature e modelli

Macchine lavorazione lamiera: funzionamento, piegature e modelli

Macchine lavorazione lamiera funzionamento, piegature e modelli

Le macchine per la lavorazione della lamiera sono macchinari industriali utilizzati in tutte quelle aziende che realizzano componenti metalliche. Dagli elementi più grandi come i rivestimenti delle auto, ai prodotti più piccoli utilizzati per creare parti elettriche, c’è sempre bisogno di macchine per lamiera, per lavorare e piegare il metallo, in modo tale da renderlo idoneo alla sua destinazione d’uso.
Questi strumenti sono in grado di effettuare una piegatura, o meglio una deformazione permanente sulla lastra metallica, dovuta alla flessione subita come conseguenza dell’azione del macchinario. Affinché la curvatura avvenga nel modo giusto è di fondamentale importanza utilizzare un metallo plastico, perché in caso contrario non riuscirebbe ad accogliere la pressione e rischierebbe di spezzarsi.

Macchine per lamiera: funzionamento

Le macchine per la lavorazione della lamiera operano secondo l’azione congiunta del punzone e della matrice. A seconda del modello, questi due componenti possono presentare forme diverse ma il principio di lavorazione è lo stesso. Creano un gioco la cui azione permette alla lamiera di piegarsi grazie allo stiramento e rilassamento delle fibre.
Il punzone è la parte mobile della macchina ed è il canale attraverso cui imprimere forza, mentre la matrice è semplicemente lo stampo.

Questi due elementi riescono a lavorare insieme grazie a un sistema idraulico di cui sono dotate le macchine per lavorazione lamiera. I pistoncini posti all’interno del macchinario si azionano e permettono a punzone e matrice di lavorare in simbiosi.
Per quanto riguarda la struttura, le piegatrici sono formate dal banco, dalle spalle, dal registro posteriore e dal controllo numerico. Il banco è la sezione fissa e al suo interno sono posizionate le metrici. Le spalle supportano la macchina e il telaio, e il controllo numerico opera da cervello della macchina. Di norma è presente anche un controllo grafico così da facilitare l’utilizzo anche al personale meno esperto. Esistono diversi modelli e tipi di macchine per lamiera e Evomach, da sempre azienda leader nel settore, offre una vasta gamma di prodotti sia manuali che automatici.

Macchine per lamiera: piegatura

La piegatura del metallo può essere effettuata in modi diversi e seguendo tecniche differenti. Le principali tipologie sono: piega in aria, coniatura e schiacciata.
La piega in aria è la tecnica più diffusa e maggiormente utilizzata, e consiste nella penetrazione del punzone nella lamiera che esercita forza sulla matrice con forma a V. Può raggiungere diverse angolature e dipende principalmente dal grado di forza trasmessa. Benché sia una tecnica semplice da operare è sempre bene porre attenzione, in quanto un posizionamento sbagliato del punzone può determinare una spaccatura della lamiera.
Con la coniatura, le macchine per lamiera, operano attraverso il punzone che esercita la sua forza direttamente sulla matrice piegando velocemente e in modo netto il foglio di metallo che di solito è molto sottile. L’angolatura prodotta da questa tecnica si aggira intorno ai 90° e nel caso in cui si volessero angolature differenti, ci si dovrà munire di strumenti appositi.
La schiacciata si opera in due tempi e anche in questo caso è preferibile utilizzare fogli di metallo sottili. La prima fase prevede una piegatura in aria, una volta raggiunti i 40° si passa alla piegatura definitiva trasmettendo maggiore forza alla lastra.

Macchine per lamiera: modelli

Esistono diversi tipi di macchinari lavorazione lamiera e a seconda del risultato che si intende ottenere o del tipo di metallo da lavorare, si preferisce un prodotto piuttosto che un altro. Le piegatrici meccaniche presentano una forza di pressione elevata ma a causa dell’impossibilità di spegnimento da parte dell’operatore, si preferisce non utilizzarle. Le piegatrici idrauliche RG si muovono nel senso opposto rispetto alle solite macchine per la lavorazione della lamiera, e per tale ragione si utilizzano solo per interventi specifici
Le piegatrici idrauliche sincronizzate sono le più diffuse e siccome utilizzano due valvole, riescono ad ottenere una calibrazione più precisa. Seguendo la stessa linea sono state infine realizzate le piegatrici elettriche, che funzionano completamente ad elettricità e permettono di ottenere piegature veloci, precise e a basso impatto energetico.