Breviario di vacanza. I segni di Terra

L'oroscopo si divide in due: chi si gode la vacanza e chi no. Il Capricorno musone vorrebbe non partire ma una valida alternativa è avvelenare la vacanza altrui. La Vergine, se schioda, vive un'altra vita, alcuni esemplari organizzano maniacalmente le giornate. Più tranquillo è il Toro che tra un pisolino e del buon ed abbondante cibo trascorre la sua villeggiatura...

Instabile, atipica, ritrosa, poi di colpo irruenta e di nuova timida, comunque sia siamo giunti nel pieno dell'estate. C'è chi si è organizzato le ferie in un modo, chi in un altro, chi desidera fuggire dalla città il prima possibile e chi invece preferisce aspettare la fine di agosto o magari settembre, chi ha tutto pianificato da tempo e chi non ne vuol sapere di annose programmazioni, chi spende una fortuna e chi deve risparmiare.

Vacanze da Ostia al Perù

Eppure l'unica distinzione valida è forse fra chi riuscirà a godersi le vacanze, in un luogo remoto o a casa propria, e chi invece si lascerà guastare il tutto dal partner, dalla famiglia amatissima o, per lo più, da se stessi. Il problema è, a mio avviso, che si tende a pianificare la "fuga" in modi ormai talmente identici alla vita di sempre, che del gusto dell'evasione resta ben poco e così, in Perù come ad Ostia, al Circeo o a Cefalù, le dinamiche personali e familiari restano inevitabilmente le stesse. Una vacanza dovrebbe innanzitutto essere una vacanza da se stessi e invece niente. Questo ego, dispotico o vittimistico, immobile o perturbabile, resta sempre un fardello a cui non riusciamo a rinunciare. Forse, parlando di vacanze, è il concetto di trasgressione in sé che andrebbe riesaminato.

Cos'è diventata la trasgressione? Una regola piccolo borghese? In quest'ottica la vacanza è forse solo uno sfondo su cui scattare l'ennesimo selfie (da pubblicare all'istante sui social altrimenti la gente non sa che ti stai divertendo), mentre l'evasione vibra dello stesso brivido che pervade una bella passeggiata la domenica in un centro commerciale. Pura evasione, no? E le freccette di questo Tiro al segno hanno una qualche utilità sull'argomento? Può darsi, ma resto scettico. Non sull'Astrologia ma sulla capacità, nonché la volontà, di ognuno di noi di evadere davvero; perché evadere implica inevitabilmente osservare dal di fuori il carcere. Non è il caso di avventurarci in plumbei approfondimenti, sapete ormai che certe cose possiamo raccontarcele in un modo tutto nostro, quasi fossero i dodici segni altrettanti personaggi della commedia dell'arte, esperti interpreti del loro personaggio, sempre e comunque.

Segno per segno sotto l'ombrellone

Soprattutto alla vigilia di una vacanza estiva. Indiscusso leader di viaggi organizzati al millesimo e disdetti poi la mattina stessa della partenza è il Capricorno. Non vogliategli male, ma proprio non ce la fa! Dedicare giorni allo svago è qualcosa di letteralmente impossibile per questo ruminante al titanio. E allora prima della partenza vai con malesseri fisici, psicologici, crisi isteriche, problemi insormontabili (costruiti a tavolino), silenzi mortiferi e ogni artificio ben studiato per castrare il temibile nemico: la vacanza. Molti Capricorno negheranno, fra gli esponenti del segno ci sono anche esemplari apparentemente diversi, ma quanti dividono con loro la vita sanno… La gioia, frutto di autentica spensieratezza, è peccato mortale. Convincerli del contrario? No, mai. Potete lasciarli a casa, questo sì. Ci riuscireste? Dinanzi al viso austero a granitico del Capricorno potreste dire: «sì amore mio, quanto hai ragione», tirarvi la porta e ciao. Semplice a dirsi ma non a farsi, diranno molti di voi. Conosco però una ragazza, Acquario, che l'ha fatto, esattamente così. Ovviamente i due poi si sono lasciati, ma è in questi piccoli ed apparentemente banali passaggi che la vita si compie. Quanti innumerevoli partner (e figli) di Capricorno invece piegano la testa dinanzi al volere della capra depressa. Non tutti i Capricorno tuttavia impuntano le zampe il giorno della partenza, sarebbe ingiusto affermare questo. Molti preferiscono partire per avvelenare la vacanza agli altri. Quanto gusto in più!  Puro esercizio di potere in stile Capricorno. Mio zio diceva della suocera Capricorno ascendente Capricorno: «Quando ci raggiungeva nella casa al mare, usciva dall'auto con un'espressione di profondo malumore stampata in viso. Un lutto che durava per tutto il fine settimana. Quando non veniva era una grazia!».

La Vergine è un pò diversa. Fra ascendenti ed altro, si divide fondamentalmente in due tipi: quella pronta a partire perché in viaggio vive un'altra vita e quella che non lascia la casa nemmeno sotto tortura. Chiusa, murata viva! «Io sto benissimo a casa mia!» stoica frase di questo tipo di Vergine. Se fosse semplicemente così sarebbe anche plausibile, ma il problema di questa Vergine consiste nel fatto che nessuno in famiglia deve minimamente azzardarsi a modificare le abitudini vacanziere impresse nei secoli dei secoli. Anche se i familiari sono ormai morti, emigrati o semplicemente cresciuti, nessuna giustificazione è valida per mutare ciò che fu. Instillando sensi colpa in chiunque osi abbandonare la Vergine nella sua regia dimora, dalla quale però non si schioda. Ho volutamente glissato su un altro, banalissimo e fastidioso tipo di Vergine: quella che in vacanza deve programmare tutto. Si tratta di soggetti che portano allo strenuo. In nome della praticità e dell'efficienza, riescono ad esasperare l'ottanta per cento degli esseri umani (il rimanente venti per cento sono Capricorno o Toro). Vi ricordate quel personaggio di Verdone in Bianco, Rosso e Verdone, Furio, il marito di Magda? Ecco certe Vergini sono esattamente così e chiunque come Magda si accascerebbe sul water di un autogrill sussurrando: «Non ce la faccio più!». Di qualunque tipo sia la vostra Vergine, viaggiatrice, castellana o iper precisa, non illudetevi però che in vacanza risparmi critiche. Quelle sono l'alfabeto di ogni Vergine e senza non riesce ad esprimersi. Fatevene una ragione.

Per chiudere la triade dei segni Terra, giungiamo al Toro. Simile e così diverso dai suoi colleghi! Col Toro tutto si fa più ridanciano, decisamente meno implacabile. Se mangia. Bene e continuamente. Il pensiero mattutino in vacanza è uno ed uno soltanto: dove si mangia. Se per caso il pacchetto include mezza pensione o pensione completa, l'amletico quesito si muterà in «quando si mangia». Non sperate che un museo, un'escursione, sport e tintarella possano saziarli. Cibo. Punto. Poi ci sono quelli iper naturisti, con manie allucinanti sul cibo, capaci di portarsi i semi di papaia da casa per condirsi l'insalata. Comunque sia, se vi approssimate al chek-in con un esponente di questo segno, organizzatevi nel nutrirli come più gli gusta e la vacanza sarà serena. A differenza dei mastodonti prima descritti, il Toro non vi farà alcun problema se lo lasciate in camera a sonnecchiare mentre voi trascorrete un pomeriggio per i fatti vostri. Per questi soggetti la vacanza è relax assoluto, nel senso di letargico accumulo di calorie. Una mia amica del Toro soleva affermare di trascorrere l'estate facendo sport. Il suo sport consisteva nel legare con una cordicella il suo materassino alla mia canoa e lasciarsi trasportare. Quando rientrava a casa osava anche affermare: «Sono stanca e poi queste escursioni mi mettono una fame!» Agguantava pane e formaggio e poi un pisolino. Toro doc!

Per il momento è tutto, ci aggiorniamo giovedì con il nostro, vostro, diario di viaggio, e lunedì prossimo con le vacanziere evasione dei segni d'Acqua. Mi raccomando fate i bravi (…il meno possibile!). 

 

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Nasce a Palermo nel 1976 dove si laurea in Lettere. 

Attore e autore sia televisivo (Zelig, Zelig Off, Stiamo tutti bene, Tintoria, Maurizio Costanzo Show, ed altri programmiche teatrale. Fra le commedie più fortunate: La famiglia Lo Cicero, Un problema alla volta, Serata omicidio, The Wedding planner.

 Autore del libro Io Vergine, tu Pesci? edito nel 2016 da Salani Editore

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione