Innamorarsi sempre dello stesso segno, perché?

Amare troppo e male: si resta intrappolati in storie con gli stessi segni zodiacali. Coincidenza o costante riproposizione tossica di un linguaggio emotivo? Scrivete a tiroalsegno@romaitalialab.it

Quante volte mi è capitato di sentire: «Mi piacciono sempre le persone dello stesso segno!». Oppure, nella versione più drammatica: «La mia vita è costantemente tormentata da quel segno». Come mai si verifica una tale coicinidenza? Innanzitutto, almeno a mio modestissimo avviso, coincidenza non è; si tratta invece di un preciso meccanismo emotivo ed erotico che trova le sue radici e la sua logica spiegazione nella teoria dei Tipi Umani di Carl Gustav Jung.

I Tipi Psicologici

In questa sede ciarliera non possiamo certo avventurarci in cattedratiche argomentazioni psicologiche, ma l’argomento in questione è tosto e neccesita di una certa serietà nel tentare una logica spiegazione. Se partiamo dal presupposto dei Tipi Psicologici, ovvero che esiste la possibilità (con un’infinità di personali variazioni) di “catalogare” il tipo umano secondo alcune caretteristiche fondamentali del carattere (per chi lo desidera è bene dare una lettura ai Tipi Psicologici di Jung, riassumerla qui è da querela) e se supponiamo, sempre secondo gli insegnamenti junghiani, che i Segni zodiacali altro non sono che una diversa formulazione delle pulsioni che determinano i diversi tipi umani, allora è possibile che il fatto di subire l’attrazione di persone sempre dello stesso segno sia una precisa ed inevitabile conseguenza del nostro essere. Una disgrazia? È questo che molti di voi si chiederanno a questo punto.

Dipendenze amorose

Dipende. Da cosa cerchiamo in amore, o meglio se si tratta di amore o della costante riproposizione di un linguaggio emotivo da cui non riusciamo a svincolarci. Ecco che risulta necesario citare un’altra colonna della psicanalisi, Robin Norwood, autrice de Le donne che amano troppo, dove vengono sviscerate le problematiche che stanno al fondo di amori distruttivi, ripetitivi e “tossici”. Dipendenze distruttive, altro che amori.

Ed in quest’ottica l’Astrologia, a dispetto di quanti vogliono sentirsi dire soltanto se L’Acquario flirta bene col Gemelli, può dar un importantissimo contributo. In che senso? Se scaviamo attraverso l’Astrologia dentro il tipo umano a cui apparteniamo e mettendo quindi da parte romantici ed esistenziali egocentrismi che ci vogliono in tutto e per tutto unici e speciali (in parte lo siamo, eppure con umiltà bisogna ammettere quanto i sentimenti siano simili…) allora possiamo gettare un pò di luce sul perché nella nostra vita sentimentale esiste un segno ricorrente. E spesso il nodo si cela dietro il nostro ascendente

Se questi amori dal segno ricorrente sono felici ed appaganti, anche se non eterni, poco male; avete già trovato la strada verso il partner giusto (“partner ideale” scusate ma non ce la faccio a scriverlo, non ci credo). Se invece questi amori sono ripetutamente infelici riproponendo lo stesso disastroso schema emotivo allora bisogna intervenire perché come si suol dire, errare è umano, perseverare è diabolico. Che fare?

Corrispondenza con i Segni zodiacali dei genitori

Innanzitutto chiudere questa pagina e leggersi Le donne che amano troppo, nonostante la resistenza e la voglia di bruciare il libro alla seconda pagina. E poi, dato che qui di Astrologia parliamo, analizzare bene il proprio profilo astrale ed il segno ricorrente in amore. Infine, e qui sono a rischio di querela, cercare le corrispondenze col carattere di uno o entrambi i genitori. Qualcuno a questo punto potrebbe affermare che oggi siamo scaduti in astropsicologia di bassa leva. Forse generica e un pò forfettaria per ragion di spazio, ma di bassa leva no.

La corrispondenza fra il profilo astrale dei genitori e quello del partner (ricorrente e non) è a dir poco inquietante! Anche qui liquidare il tutto come semplice coincidenza mi pare davvero poco attendibile. Uno dei casi più interessanti da me analizzati è quello di una donna Sagittario ascendente Vergine, con madre (non delle più semplici) Capricorno; la signora ha avuto nella sua vita due amori importanti, entrambi con uomini del Capricorno del tipo extrapesante! Un caso? No!

I conflitti e l’anafettività materna hanno spinto la signora in questione a riproporre il rapporto materno, alimentando una parte del proprio profilo astrale. Ed ecco che la Vergine (nella sua versione castrante) ha subito l’attrazione del Capricorno; il Sagittario, schiacciato nella sua parte istintuale, ha ragionato e ragionato… troppo e male. Se forse avesse tirato qualche sano calcio con la sua parte equina, l’ascendente Vergine forse si serebbe scosso, cercando quella concreta e solida felicità tipica della Vergine “sana”.

Insomma avrete capito che la faccenda è davvero seria e se nella nostra vita sentimentale c’è un segno ricorrente allora, in positivo o in negativo, qualche domanda bisogna pur porla a se stessi. Capirete bene che è impossibile afrontarte tutte le astrologiche combinazioni e l’esempio della nostra Sagittario/Vergine resta soltanto un singolo fatto. Quel che è possibile tentare nel prossimo articolo è indicare come ogni segno manifesta la propria differente inclinazione ad “amare troppo” e male. Lo so, non sono freccette leggere queste, però bisogna pur levarsi certi pesi dallo stomaco e rinascere una volta e per tutte. Per amore! E la cosa più affascinante sta nel fatto che ogni profilo astrale possiede sempre gli strumenti per evolversi. Bisogna solo sapere – e volere – pescare bene dentro di sé.

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Nasce a Palermo nel 1976 dove si laurea in Lettere. 

Attore e autore sia televisivo (Zelig, Zelig Off, Stiamo tutti bene, Tintoria, Maurizio Costanzo Show, ed altri programmiche teatrale. Fra le commedie più fortunate: La famiglia Lo Cicero, Un problema alla volta, Serata omicidio, The Wedding planner.

 Autore del libro Io Vergine, tu Pesci? edito nel 2016 da Salani Editore

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione