Una nuova estate sotto le stelle: i Segni di Aria

La tanto decantata leggerezza dei Segni di Aria così leggera non è soprattutto in vacanza: la sbarazzina Bilancia resta intrappolata nella sua tipica indecisione, l'Acquario cerca l'ennesimo amore a distanza, mentre il Gemelli flirta con più persone al telefono non nella realtà

Fedelissimo club di Tiro al segno, nuovi iscritti o frequentatori occasionali eccoci giunti all'ultimo dei quattro articoli dedicati alla possibilità di vivere l'estate, nonché l'amore, come una gioia e non come il supplizio nel quale spesso li trasformiamo. Nelle settimane precedenti sono stati affrontati i Segni di Terra, Acqua e Fuoco, oggi spetta ai ventilati Segni di Aria.

Segni di Aria

Onestamente sono di per sé dotati da madre natura del kit necessario per vivere la vita come una lunga vacanza e in certi casi dovrebbero loro tenere corsi, per gli altri nove segni, su come godersi le giornate al riparo di un colorato ed ampio ombrellone che tutto evita. Tuttavia non si può mai generalizzare troppo e fra ascendenti, meraviglie familiari ed altre varie ed eventuali, molti sono gli elementi che possono appesantire il più impalpabile dei caratteri. D'altro canto la tanto decantata leggerezza dei Segni di Aria così leggera non è. Un concetto questo sottolineato più volte in codesta irriverente sede.

Bilancia

La Bilancia innanzitutto, segno super ultra doppio, presenta una faccia estremamente effimera, sbarazzina e quasi impermeabile ed un'altra, più privata, terribilmente severa, rigida e austera. Si presuppone che in vacanza sarebbe opportuno indossare soltanto la prima e invece molte Bilance si ritrovano sabotate dal loro stesso lato oscuro. A dir la verità non è corretto definirlo lato oscuro, si tratta semmai della necessaria compensazione a tanta genetica strafottenza, altrimenti la Bilancia prenderebbe il volo come un palloncino disperso nel cielo.

Ecco che sull'altro piatto del segno ritroviamo determinate, non lievi, caratteristiche: il radicato e mai davvero espresso orrore per la solitudine, il bisogno di condividere in modo costante il quotidiano (altrimenti il vissuto perde senso) unito alla necessità di comunicare con gli altri (verbalmente anche troppo...), nonché una inflessibilità nei confronti di se stessi che non ammette sconti; tutti aspetti che potrebbero offuscare l'azzurrità estiva. Vi sembro allarmistico?

Il punto è che la Bilancia, tanto indipendente per certi aspetti, non lo è per nulla in altri. Così è incapace ad esempio di viaggiare da sola, cosa di cui invece avrebbe un gran bisogno! Per molte Bilance partire da soli per le vacanze è inimmaginabile, mentre un carattere così socievole potrebbe benissimo far incetta di nuove conoscenze e nuovi amori con facilità. Quel cellulare - ah se lo lasciassimo tutti a casa almeno in vacanza! - diviene per questo segno una catena, un legame con cose, fatti e persone da cui solo apparentemente si distacca. Ed ecco fregata la Bilancia, che invece di rimorchiare beata e sfacciata - lei, regina indiscussa dei flirt! - si ritrova a messaggiarsi di nuovo con il più inconcludente e sciapo degli ex. Ma perché?!!

Proprio voi cari Bilancini e care Bilancine, voi che in una sera conoscente più gente di quelle che una Vergine o un Capricorno conoscono in un decennio e con tutte riuscite a flirtare indistintamente! Perché?!! È come se quella zavorra innata di cui sopra in amore finisse per inchiodarvi al suolo. Voi evitate, il vostro mantra è evitare, e finite per evitare il meglio. In modo poco concreto, oscillanti nella vostra tipica indecisione.

Acquario

Esperto viaggiatore solitario invece è l'Acquario. Tutto ciò che è troppo organizzato lo infastidisce, figuriamoci le vacanze. Così lo ritroviamo, da solo o in compagnia, single o in coppia, libero viandante lungo i sentieri del mondo. La perfezione estiva? Per certi versi sì, ma l'amore così semplice non è. Cari Acquario, e mi rivolgo soprattutto ai single o ai tanti di voi che, pur non essendolo, si reputano tali, è possibile per un volta non far nascere un ennesimo amore a distanza? In questo siete pericolosissimi in viaggio!

Più il partner vive in un luogo remoto, più è adatto a voi. Le motivazione di tale irrefrenabile impulso sono state analizzate sia in questa rubrica che in Io Vergine, tu Pesci!. Soffermiamoci quindi sulle conseguenze: un'altra storia segnata dalla lontananza? Un amore a chilometro zero mai? Per poi incasinarvi e lamentarvi? Perché voi un pò contraddittori siete, volete la libertà ma volete la coppia, un pò come il vostro modo di viaggiare, anticonformista per un verso, per altri "principesco" (come dei lord in vacanza rural naturista). Non si può essere questo e quello, ed è giunto il momento (speriamo) di accollarsi la responsabilità della propria indole. Almeno quella!

Poi ci sono gli Acquari crocerossina, al maschile e al femminile, quelli che devono salvare il partner in nome dell'amore. Mi rifiuto di parlare di codesti soggetti. In estate no!

Gemelli

Infine ecco il vero Professore, con laurea honoris causa, nell'arte della de-responsabilizzazione: il Gemelli. L'estate è sua, per definizione. Le corna non sono corna, come l'amore non è amore se non si moltiplica in più di una storia, mentre la verità evapora fresca al vento come l'acqua erogata da certi umidificatori all'aperto. Tutto è gioco e infondo «l'estate assomiglia a un gioco, è stupenda ma dura poco» canta Mina. Come mai allora certi Gemelli si incasinano la vita a tal punto da non godersi nulla di tanta spensieratezza? Perché il Gemelli molto spesso è incapace di gestire tutte le carte che mette sul tavolo. Viene travolto da quella ridente iperattività che lo contraddistingue fuori, nel mondo, mentre in privato a sovrastarlo è il suo lato depresso. In certi casi depressissimo!

Cari Gemelli quest'estate cerchiamo di fare la differenza. Se siete single non invaghitevi in modo maniacale di più persone contemporaneamente. E sopratutto vivete l'eventuale storia nella realtà e non solo nello schermo di un telefono. Certo per voi, lo so, è quasi più godurioso il sesso al telefono che non quello reale, ma fino a un certo punto! Non potete stare dalla mattina alla sera in spiaggia con quell'affare in mano! Il telefono intendo. Se invece siete in coppia, che il partner debba inviarvi un whatsapp per comunicare con voi a pochi metri di distanza non è il massimo. Ma comunque sia, perché complicarsi così la vita?

Proprio voi che rifuggite ogni responsabilità, voi che incarnate il nostro mito di paraculagine assoluta, perché finire immobilizzati dalla rete del vostro stesso gioco? Per ritrovarvi poi, come troppo spesso capita, nevrotici e inconcludenti. Il gioco è gioco, non può diventare una cosa così seria! È questo che alcuni di voi dovrebbero imparare. Speriamo sia la volta buona. Come accennavo la scorsa settimana, transiti, quadrature e astrologiche influenze restano poca cosa dinanzi alla volontà di vivere la vita con gioia. E questo può farlo ogni segno, ognuno ha le sue doti per farlo al meglio. Ma si tratta di pura e semplice volontà, alla quale siamo un pò diseducati. Appuntamento a lunedì prossimo su questa curioso isolotto frequentato da voi estate pazzi pirati, clandestini dell'amore. Divertitevi e buona estate!

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Nasce a Palermo nel 1976 dove si laurea in Lettere. 

Attore e autore sia televisivo (Zelig, Zelig Off, Stiamo tutti bene, Tintoria, Maurizio Costanzo Show, ed altri programmiche teatrale. Fra le commedie più fortunate: La famiglia Lo Cicero, Un problema alla volta, Serata omicidio, The Wedding planner.

 Autore del libro Io Vergine, tu Pesci? edito nel 2016 da Salani Editore

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione