I dodici caratteri della Luna - II parte

Ecco i caratteri lunari dei Segni di Acqua: pesante e con sbalzi d'umore in Cancro, doppia ed egocentrica se soggiorna in Pesci, è passionale e distruttiva nel segno dello Scorpione

E rieccoci al club dei licantropi. È cambiata la rubrica? No, tranquilli, ma come promesso ecco il secondo appuntamento con la Luna e di conseguenza con tutti noi lunatici, seppur in dodici modi diversi. Una Luna può trasformarci? Eccome se può!

Senza voler cadere in facili luoghi comuni, è innegabile che in astrologia la Luna indichi anche i nostri sbalzi umorali, emotivi o libertini, iracondi o famelici, a seconda dell'elemento di cui è composta. Lunedì scorso s'è parlato, più o meno seriamente, della faccenda della Luna caliente, ardente e poco evanescente, residente nei segni di Fuoco. Oggi andremo su sfumature più liquide, affrontando appunto i segni d'Acqua.

Luna in Cancro

Un Luna in Cancro è una gigantesca Mamma. Si tratta di una Luna pesante nella mappa astrale di una persona, che influenza non poco l'immaginario femminile del soggetto. Potrebbe indicare una madre dal peso specifico molto più sostanzioso di quanto le apparenze rivelino, e quindi più condizionante di quanto l'individuo stesso supponga; oppure può indicare il desiderio di una dolcezza negata, desiderata ma non per venuta. Quindi una madre assente o anaffettiva.

Gli sbalzi d'umore sono poi parte integrante del bioritmo di un soggetto con Luna in Cancro. Bisogna conviverci. Certo è più semplice a dirsi che non a farsi, sopratutto per il partner e per i figli. Persino il soggetto astrologicamente meno incline ai cambi d'umore, con una Luna in Cancro si ritroverà misteriosamente in balia di maree emotive che vanno su, celando, e poi va giù, rivelando un logorio estenuante! Quale delle due fasi sia la migliore non è dato sapere. E più il soggetto sarà "tutto d'un pezzo" più la Luna cancerina sarà destabilizzante. Certo consegna sensibilità unitamente ad una volontà ferrea, questo va detto, ma resta il sogno inquieto per una dolcezza andata, la struggente malinconia del tempo che fu. Proprio questa Luna infatti è la sorgente di quei moti malinconici che certe persone, prive nel segno e nell'ascendente di simili emotività, si sorprendono a provare con un misto di stupore e sofferenza. E Astolfo su questa Luna invita a ritrovare non è il senno, bensì proprio la sensibilità: a forza di difendersi, si diventa cinici.

Luna in Pesci

Non meno sensibile è la Luna in Pesci, ma in un certo senso più libera. È una Luna questa che si sdoppia e relativizza molto i sentimenti, per cui se da un lato nell'emozione si tuffa e ci sguazza, dall'altro c'è sempre una via di fuga, un altro mare in cui nuotare. Avete presente le corsie di una piscina? Ecco è tipico dei Pesci riuscir a nuotare qui è là, nella prima e nella terza corsia, poi nella quinta, contemporaneamente, magari piangendo a dirotto, perché in realtà è sposato nella corsia sei e al tempo stesso mai ha dimenticato quella spiaggia lontana nel tempo dove nuotò da ragazzino. Se la piscina in questione fosse il loro mondo affettivo, il paragone risulterebbe vagamente indicativo.

Il problema di questa Luna è che rischia, dipende dai casi, di rendere le emozioni tutte fumo e niente arrosto. Potrebbe far covare sotto, all'insaputa di chi conosce soltanto il proprio segno solare, una particolare forma di inconcludenza, che nell'amore trova l'alibi perfetto. La figura materna tratteggiata da questa Luna è delicata, ma chiusa per molti aspetti, serrata in un egocentrismo emotivo che potrebbe non avere lasciato spazio a mediazione alcuna, così da risultare asfissiante o imperscrutabile.

In una continua altalena di alti e bassi, non in stile Cancro, ma più paragonabili ad una sorta di on/off, la Luna in Pesci sogna non l'ideale amoroso, ma l'idea stessa dell'amore, rendendo quindi il sentimento - altissimo, ma del tutto astratto. Probabilmente questa "idealizzazione dell'idea" entrerà in gioco nel rapporto con uno dei due genitori e quindi, di rimbalzo, con il partner. La dipendenza assoluta da cose, fatti e persone, è infine tipica di questa Luna. Come si andrà a manifestare, interagendo di caso in caso col resto della mappa astrale, è tutto da valutare. Ma più sotterranea è, più questa tendenza sarà pericolosa, perché il soggetto non riuscirà facilmente a spiegarsi perché non riesce a mollare gli ormeggi, come mai in alcuni aspetti della sua vita privata resta agganciato a reti invisibili (e forse inesistenti).

Luna in Scorpione

Con la Luna in Scorpione, tutto ciò che fin qui è stato un liquido riflesso, diventa violento moto sotterraneo di acqua invisibile. L'identikit della figura materna che questa Luna evoca è fortissima: tanto passionale quanto distruttiva. Dipende. In una donna la Luna in Scorpione potrebbe indicare (si parla sempre con abnorme approssimazione) una certa rivalità con la figura materna e gelosia verso il padre. È una Luna connessa tanto alle più indicibili fantasie sessuali, quanto alla morte. Dona fascino a chiunque, persino al più blando e anemico dei profili astrologici, ma attenzione a come usarla: questa Luna è specializzata nel ritorcesi contro chi la possiede, se non rispettata come merita. Ha una memoria indistruttibile, conserva ogni sentimento e mai a nessun Astolfo verrà consentito di calpestare il suo suolo per prelevare frammenti di un'intimità inviolabile.

Tipico dello Scorpione, ci sarà il gusto di sovvertire le regole e tali sovvertite regole saranno pertinenti in qualche modo all'universo femminile, che ormai sapete la Luna rappresenta. Drammatica e comica, questa Luna non oscilla fra sbalzi d'umore, perché non è una Luna indecisa. Forse sarà indeciso il segno solare a cui fa riferimento, o l'ascendente, e qui sono guai! Guerre intestine dentro noi stessi. Ma l'unica altalena su cui dondola la Luna in Scorpione è quella fra il bene e il male, la vita e la morte. Una mia amica, Vergine ascendete Gemelli non si dava pace di certe notti da licantropa, dove non riconosceva se stessa. Normale amministrazione: la sua Luna in Scorpione fremeva imbrigliata per dar sfogo a ciò che farebbe impallidire la Vergine e zittire i Gemelli. Che c'è di male?

«Certe cose si fanno quando non puoi dormire, quando viene la luna e ti chiede di uscire...» canta Mina in una sua magnifica canzone. Appuntamento a lunedì prossimo con le prossime Lune. Luna di lunedì... non me n'ero accorto! Tanta coerenza non si addice al nostro Tiro al Segno, che succede? La Luna mi destabilizza stabilizzandomi?! Chissà!!

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Nasce a Palermo nel 1976 dove si laurea in Lettere. 

Attore e autore sia televisivo (Zelig, Zelig Off, Stiamo tutti bene, Tintoria, Maurizio Costanzo Show, ed altri programmiche teatrale. Fra le commedie più fortunate: La famiglia Lo Cicero, Un problema alla volta, Serata omicidio, The Wedding planner.

 Autore del libro Io Vergine, tu Pesci? edito nel 2016 da Salani Editore

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione