Caro Giuseppe, in amore sono un gran casino!

Una donna Capricorno ascendente Sagittario si definisce lunatica e instabile e subisce il fascino della leggerezza evasiva della Bilancia. Bisogno di condivisione o influenza della figura paterna del Gemelli? Scrivete a tiroalsegno@romaitalialab.it

Ciao Giuseppe,

sono un Capricorno ascendente Sagittario e leggendo il tuo approfondimento sui segni multipli mi sono detta: mi pare di capire che non sono un multiplo ma un gran casino! Sono libera nella mia spensieratezza filosofica, confusa costante ed incostante ritardataria, ma anche precisa, lunatica, maledettamente instabile anche se cerco la stabilità e non so quanti aggettivi potrei ancora utilizzare!

Scusami la valanga di parole, ma spesso non so davvero come definire la mia persona in quanto mi faccio guidare dall'istinto che in realtà mi fa poi sempre scacco matto. Sono attratta non so per quale motivo solo dal segno della Bilancia, ho avuto esperienze positive, diciamo non proprio da buttare via. Riguardo ai segni di famiglia posso dirti che mia madre è uno Scorpione pessimo e mio padre un Gemelli un pò più morbido, quando vuole lui. Nelle mie frequentazioni, qualora dovessero essere di un altro segno, difficilmente va avanti una conoscenza, magari mi considerano poco, io invece con una Bilancia parte in quinta! A volte mi dico che è come se loro sapessero che io sono, per così dire, già condannata a loro. 
Insomma, sento di essere proprio un bordello, un vulcano di emozioni, ma in realtà non so nemmeno io ciò che voglio! 

Ovviamente penserai che io sia fuori di testa, probabilmente! 
Non so se leggerai questa mail, in ogni caso forse non saprai nemmeno tu cosa rispondermi perché non ti sto facendo nessuna domanda, forse è un'implicita richiesta di aiuto, chissà quale dei mie segni mi porta a scrivere così tante cavolate! 
Ti chiedo scusa già in anticipo, ma magari ti farai anche due risate.. 

 

La risposta di Giuseppe Sorgi 

...E invece è un mail interessantissima. Non mi permetterei mai di farmi due risate e non hai nulla di cui chiedere scusa. Questa è una rubrica in cui si invitano i lettori a scrivere e tu hai scritto. Di cosa dovresti chiedere scusa? Dello stile? Della confusione? Sei tu, lettrice, che devi pretendere da me, autore, che io scriva in modo sensato e chiaro. Non al contrario. Allora, ribadisco, di cosa ti scusi?

Senso di colpa

L'ultimo rigo della tua mail mi pare pertanto il miglior punto di partenza per analizzare la situazione. Una pessima madre Scorpione inocula sensi di colpa ed inadeguatezza con ineguagliabile perizia, mentre un padre Gemelli si guarda bene dal confrontarsi davvero con una donna Scorpione e con i reali bisogni emotivi dei figli (e dei tuoi genitori non conosciamo gli ascendenti). Questo tuo senso di colpa allora da dove proviene e come agisce? Potrei supporre per pagine. C'è un mondo dentro le tue scuse e c'è pure il nocciolo della questione. Ma è un argomento troppo complesso: non è il mio ruolo. Sono costretto pertanto a virare su qualcosa più alla mia portata.

L'attrazione per la Bilancia

«Non so nemmeno io ciò che voglio», scrivi. Curioso quanto questa frase sia impregnata di dna bilancino. Che sia tale condizione, correlata da tante parole, a renderti così vicina ad un segno indeciso e verbale come la Bilancia? Che gli uomini Bilancia colgano la tua indecisione e si identifichino? Assai possibile. In te poi, Capricorno/Sagittario, questa altalena è frutto di forze diverse rispetto a quelle che oscillano in una Bilancia, pertanto agli occhi di questi uomini risulterai attraente perché simile ma diversa, solida, focosa e sufficientemente instabile da dondolare. Inoltre sarai una bella donna.

L'uomo Bilancia a prima vista non guarda certo l'intelletto. Probabilmente avrai il fascino di quel tipo di donna Capricorno un pò femme fatale, seducente e misteriosa, a cui in te si aggiunge la solarità del Sagittario che spinge ad esternare. Così la doppia Bilancia trova questo e quello. Tuttavia l'estroversione della Bilancia resta di matrice puramente estatica, nel senso filosofico del termine. La Bilancia difatti è dedita, in modo più o meno alto, alla sublimazione della realtà. Tu no. Tu hai ben altra solidità e tutt'altro modo di trasformare il mondo reale. È la sfera onirica quella in cui il Capricorno lascia libero sfogo alla parte irreale, sogno o incubo che sia; mentre il Sagittario non sublima mai in chiave estetica, semmai "religiosa", spostando sovente il sesso su di un piano tutto intellettuale, pur di non affrontarne la parte istintuale.

Tra razionalità del Capricorno e moralità del Sagittario

Così l'istintività tipica del Sagittario, segno di Fuoco, cozza con la sua eticità. Non credo pertanto sia il tuo istinto a darti scacco matto, piuttosto forse sei tu che lo metti sotto scacco, con la razionalità - o presunta tale - del Capricorno e con la kantiana moralità del Sagittario. Una cosa è certa, la doppiezza dei tuoi segni mette in campo tanta roba, agganciando e contrapponendo in te aspetti diversi. La parte intellettuale del Centauro trova affinità con la ratio del Capricorno, ma la prima arde, la seconda no, macina; di contro l'onirico sfuggente del Capricorno, simbolicamente rappresentato dalla coda squamosa della capra, si imbatte nel fuoco sconcio del Centauro. Una pazza? No. Una persona eclettica.

Sai che le mappe astrali dei soggetti particolarmente creativi sono ricche di contrasti? Hai tanto, tantissimo. Devi solo imparare ad utilizzarlo al meglio. E qui purtroppo non c'entra l'Astrologia, tuttavia, vista la sede, potrei dirti che la volontà e lo stacanovismo del Capricorno, ad esempio, possono tanto e possono ancora di più se sposano l'ampiezza di vedute e l'ardore lungimirante del Sagittario. Ti pare poco? Purtroppo potresti anche scegliere, perché di scelta si tratta, di attingere diversamente dal buffet della tua mappa astrale e riempirti i piatti (della Bilancia?) dell'immobilità a cui tendono entrambi i tuoi segni: il Capricorno immobile per mania di controllo, il Sagittario per eludere le responsabilità.

In tal caso la Bilancia, regina incontrastata di ogni elusione, ci sguazza! Eppure la Bilancia è anche molto rigida, lo ripeto sempre, insospettatamente rigida. D'altronde sei rigida anche tu, seppur in modo diverso. Tanto da scusarti per colpe non commesse. E torniamo al punto.

Un altro aspetto della faccenda su cui vale la pena indagare è il (tuo) bisogno di condivisione. C'è, e forte, perché mi scrivi; e c'è pure, sempre, nella Bilancia. La Bilancia infatti è fissata con la condivisione, in modo così martellante che un Capricorno sclera dopo dieci minuti. Tu no. Come mai? Sicuramente il Sagittario presenta spiccate tendenze ecumeniche, in nome delle quali la condivisione è fondamentale perché fonte di insegnamento (per gli altri). Ed ecco allora affiorarmi un dubbio: per caso il Capricorno, con la sua mania di controllo, vuole forse controllare la Bilancia insegnandole a condividere il senso del giusto e del bello?

La figura paterna del Gemelli

E qui entra in gioco la figura paterna, un Gemelli. Guarda caso un segno d'Aria come la Bilancia. Nel tipo Bilancia allora cosa cerchi e cosa trovi? La leggerezza evasiva tanto simile a quella di uno sfuggente Gemelli? Scintillante in società, severo e distaccato in casa? Chiedi forse ad un Gemelli, sublimato in un Bilancia, la condivisione che ti è stata negata in passato? Se così fosse, attenta. Sei seduta su una cattedra (tipico del Sagittario) traballante, in una classe popolata dai fantasmi del passato (tipico del Capricorno). Inoltre la donna Scorpione è una donna decisamente dominante nei confronti di un segno d'Aria. Ed il Capricorno è il solo segno che può competere con lo Scorpione per dominio e controllo. Anche tu hai scelto un segno d'Aria, come tua madre. Non gradirai il paragone, ma astrologicamente è un fatto indiscutibile. Chiedi ancora a tuo padre e competi ancora con tua madre? Non mi hai posto alcuna domanda, è vero. Invece io te ne ho poste davvero troppe.

E te ne pongo un'ennesima: perché non sei orgogliosa della tua eclettica forza? Senza colpa e senza controllo, se per controllo s'intende uno sterile coperchio; con molto controllo invece, inteso come padronanza del tuo arsenale. Buon tutto!

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Nasce a Palermo nel 1976 dove si laurea in Lettere. 

Attore e autore sia televisivo (Zelig, Zelig Off, Stiamo tutti bene, Tintoria, Maurizio Costanzo Show, ed altri programmiche teatrale. Fra le commedie più fortunate: La famiglia Lo Cicero, Un problema alla volta, Serata omicidio, The Wedding planner.

 Autore del libro Io Vergine, tu Pesci? edito nel 2016 da Salani Editore

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione