Home » Panettoni artigianali a Roma, dove acquistare il migliore e come riconoscerlo.

Panettoni artigianali a Roma, dove acquistare il migliore e come riconoscerlo.

Panettoni artigianali a Roma, dove acquistare il migliore e come riconoscerlo.

Il Natale è ormai alle porte, questo significa che il panettone tornerà al centro delle tavole della maggior parte degli italiani come conclusione dei pasti nelle giornate di festa. Se anche tu, come la maggior parte dei consumatori degli ultimi anni, sei attratto dai panettoni artigianali, continua la lettura di questo articolo. In questo modo otterrai moltissime informazioni su come poter gustare i migliori panettoni artigianali a Roma. Benché questo dolce sia nato a Milano, data la forma a cupola la capitale d’Italia non teme concorrenza (Roma e il suo cupolone immortale), riuscendo ad offrire tantissima varietà scelta a tutti i golosi di questo dolce tipico della tradizione italiana.

Dove comprare un panettone artigianale a Roma?

Se sei alla ricerca di un buon panettone artigianale a Roma, concediti una passeggiata per le vie della città eterna, non dovrai far altro che recarti presso la pasticceria Max, locale in grado di offrire il miglior panettone artigianale di Roma. Per maggiori informazioni visita la pagina web https://www.pasticceriamax.it/panettoni-artigianali/, in questo modo troverai le informazioni di contatto più importanti di questa rinomata pasticceria. L’azienda ormai leader del settore, puo’ vantare un esperienza oltre che decennale.

La qualità dei prodotti è garantita dalla qualità delle materie prime scelte con cura dai maestri pasticceri, che dedicano il loro tempo e la loro passione a tutti i passaggi della preparazione di un panettone artigianale. Gli ingredienti principali per dar vita ad un panettone sono svariati, non possono mancare ovviamente farina, burro, tuorli, latte, miele e l’immancabile duo di uvetta e frutta candita. Questi ingredienti uniti tra loro e fatti lievitare con della pasta madre, rendono unico questo prodotto, rendendolo una vera e propria bontà universale. Ma ovviamente potrai scoprire tantissimi altri gusti, sebbene la tradizione sia importante, i maestri pasticceri di questa azienda grazie alla loro sapienza e curiosità hanno creato tantissime varianti di questo dolce con ingredienti scelti per valorizzare tutto il territorio nazionale, come ad esempio il panettone Rocher Gianduia ispirato al famoso cioccolatino piemontese, il panettone al pistacchio tipico gusto della Sicilia, il panettone rum pera e cioccolato e tantissimi altri.

Senza dimenticare che alcuni sono interamente rivestiti dalle glasse più golose come cioccolato, cioccolato bianco e crema al pistacchio. Una cosa è sicura, qualsiasi panettone artigianale deciderai da acquistare, renderà la fine del tuo pasto letteralmente indimenticabile.

Come riconoscere un panettone di qualità

Per riconoscere un panettone di pregiata fattura, bisogna osservare alcuni dettagli. Gli ingredienti per prima cosa, in quanto un panettone per essere definito tale deve seguire un rigido disciplinare. Non possono mancare per definizione burro, torli d’uovo, lievito madre, uvetta e canditi.

La forma del prodotto ultimato risulta essere un indice di qualità non indifferente. Infatti un buon panettone deve uscire dal suo pirottino e formare una cupola grande e completamente formata, come se fosse una sorta di muffin. Qualora il panettone artigianale si dovesse presentare sgonfio e non uniforme significa che durante il processo di lievitazione o di cottura, qualcosa non sia andata per il verso giusto.

Anche la presenza degli alveoli la dice lunga sulla qualità di un panettone, infatti una buona lievitazione ed una cottura perfetta devono necessariamente donare tanti fori di diverse dimensioni, osservabili al momento del taglio. Il colore dell’impasto dovrà avere un colorito giallo vista l’alta presenza di tuorli, e la consistenza del prodotto deve essere morbida e soffice, come una nuvoletta. La cupola invece deve si deve presentare, se priva di glassa, di un bel colore brunito ed omogeneo.