Elena Bellantoni è la Lucidatrice per riflettere sulle donne e il lavoro

Un'opera site-specific pensata per il Museo Pietro Canonica, una performance collettiva per riflettere sul ruolo della donna all'interno della società contemporanea

All'interno del programma di Contemporaneamente Roma 2017, promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale, troviamo anche MIX – Incontriamoci al museo, un progetto di valorizzazione del patrimonio artistico e di aggregazione, finanziato dalla Regione Lazio con la legge n. 26 del 23 ottobre 2009, avviso pubblico finalizzato allo sviluppo dei sistemi di servizi culturali. Ospitato dal Sistema Musei Civici dal 21 ottobre 2017 all’ottobre del 2018, oggi 6 dicembre presenta al Museo Pietro Canonica di Villa Borghese, dalle ore 19:30, La Lucidatrice di Elena Bellantoni.

La Lucidatrice è un lavoro site-specific di natura performativa. L'artista si è concentrata su due opere esposte nel museo, un bozzetto delle Lavandaie di Torino e un dipinto della Filatrice. Partendo da questo spunto iniziale, l'artista ha ideato una performance collettiva: 20 donne di varie età, vestite con uno stesso camice da lavoro che si relazioneranno con le opere del museo. Ognuna delle donne coinvolte sceglierà una statua da “accudire” utilizzando un piumino da spolvero. Bellantoni utilizza uno stereotipo femminile che persevera nei secoli, quello della donna relegata alle faccende domestiche, icona del focolare e delle mansioni più umili per il mantenimento dell'equilibrio familiare all'interno di una società patriarcale. Contemporaneamente, all'interno dello studio di Canonica, l’artista inscenerà un'altra umile azione: lucidare le scarpe dei partecipanti che uno a uno saranno invitati a intrattenersi nello studio d’artista.

Una riflessione sul rapporto donna - mondo del lavoro in generale e in particolare tra donna - ambiente artistico. Al di là dei contesti e delle specificità, la donna si ritrova ad affrontare sempre gli stessi schemi e problematiche. Mediante un approccio artistico relazionale, Bellantoni dà vita a una performance partecipativa che si focalizza su un tema ancora attuale e irrisolto all'interno degli ingranaggi della società contemporanea.

Un'occasione anche per visitare la casa-museo di Pietro Canonica e la sua collezione.

Per maggiori informazioni sull'evento, vedi qui.

 

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Storico dell’arte, archivista e curatore. 

Per contattarla direttamente, scrivile 

a: simonapandolfi@romaitalialab.it

Cresciuta in una tranquilla città di mare, ho sempre mirato lo sguardo verso orizzonti indefiniti. Poi è arrivata la frenetica e caotica Roma e qui adoro perdermi tra i vicoli e le storie di quartiere. Non riesco a stare ferma, ho bisogno di fare più cose contemporaneamente, sempre credendoci! Sognatrice e idealista, amo mixare le mie passioni: arte, fotografia, poesia, cinema e teatro... altrimenti mi annoio. 

Come un cannibale di notte divoro libri e serie tv, oppure scrivo tutto quello che mi passa per la testa e che non farò mai leggere a nessuno. Raccolgo oggetti trovati per strada, sono sempre alla ricerca di nuovi amuleti.   

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione