Il Central Park dei fori, un tram e il Valle, ecco le novità per la cultura

Bergamo ha annunciato la proposta di un'area free per residenti e turisti, intanto la raggi annuncia un tram che unirà Centocelle ai fori e il teatro valle avvia una programmazione che si potrà seguire anche in streaming

Un Central Park tutto romano, gratuito sia per i residenti che per i turisti, che vada dall'Aventino alle Terme di Caracalla, rione Monti e il Campidoglio, passando per i Fori Imperiali. Unico biglietto da pagare: l'ingresso a Colosseo e Palatino. C'è questo nella mente di Luca Bergamo, il vicesindaco con delega alla Cultura, che intende proporre il progetto al prossimo ministro della Cultura.Nei prossimi giorni Bergamo, insieme alla sindaca Raggi, incontreranno il consiglio del Parco archeologico del Colosseo. In vista della riunione, il vicesindaco ha dichiarato all'Ansa: «Mi aspetto che sia possibile trovare forme di integrazione per l'accesso all'area dei Fori. Mi piacerebbe poi realizzare nell'area compresa tra l'Aventino, le Terme di Caracalla, il Campidoglio e rione Monti una sorta di Central Park, con accesso libero a tutti, dove si paga solo per entrare al Colosseo e per il Palatino, con tariffe comunque differenziate per turisti e residenti. Ma per questo serve la collaborazione del ministero della Cultura. Noi lo abbiamo già proposto al ministero e lo riproporremo al prossimo».

Nel frattempo, nell'area archeologica centrale di Roma, si concretizza un altro progetto di mobilità: un nuovo tram che da largo Preneste, periferia est della città, condurrà in un tempo stimato di 20 minuti, ai piedi dei Fori Imperiali, su largo Corrado Ricci. Virginia Raggi rivendica il passo in avanti compiuto nella "cura del ferro": «Consentiamo di avvicinare i cittadini al centro lasciando l'automobile» ha spiegato la sindaca precisando che entro maggio 2019 il Campidoglio conta di iniziare i lavori della nuova tratta per concluderli entro il 2020. Tra le altre novità in arrivo sul fronte della cultura della capitale, c'è l'avvio - a metà marzo - della programmazione del Teatro Valle, uno dei teatri più antichi di Roma, nella storia recente prima occupato poi chiuso per restauri. Terminato il primo step dei lavori, adesso si punta a far rivivere la struttura con performance non canoniche e installazioni artistiche aperte a piccoli gruppi di spettatori che si alternano. Gli spettacoli potranno essere visti anche in streaming da casa propria. 

 

ARTICOLI CORRELATI

avatar

La redazione di Roma Italia Lab si trova in via dei Marsi 20, è ufficialmente aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 17.00, ufficiosamente h24. Per qualsiasi informazione, comunicati, richieste di collaborazione, scriveteci all'indirizzo: redazione@romaitalialab.it

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione