La rinascita culturale di Villa Blanc

Dopo il restauro la storica residenza in stile liberty è diventata la sede della LUISS Business School. Il direttore Paolo Boccardelli auspica la costruzione di un'area giochi per bambini nel parco della villa, per ora aperto al pubblico soltanto la domenica e festivi

Da alcuni mesi si sono conclusi i lavori di restauro di Villa Blanc, grandiosa residenza in stile liberty su Via Nomentana 216, realizzata da Gacomo Boni nel 1897 su commissione del barone Blanc ed oggi sede della LUISS Business School.

La LUISS ha acquistato nel 1997 l'allora fatiscente Villa Blanc alla cifra di 6 miliardi di lire. Un primo intervento urgente di restauro è stato effettuato lo stesso anno, per una cifra di 2 miliardi, finalizzato al ripristino del tetto crollato. L'investimento complessivo, 20 anni dopo, è stato pari a circa 30 milioni di euro. 

I saloni e le camere interne sono state trasformate in aule e sale didattiche, mentre la grande sala da ballo è diventata un'aula semicircolare destinata a convegni e conferenze di vario genere. Il restauro si è esteso a tutto il complesso dei villini che si trovano attorno alla dimora storica principale e al parco circostante di quattro ettari. Quest'ultimo, come è stato annunciato, sarà aperto al pubblico la domenica e durante i festivi. Si ipotizza anche la realizzazione di un'area giochi per bambini da tenere aperta tutti i giorni della settimana. 

Come ha sottolineato Paolo Boccardelli, direttore della LUISS Business School, «il recupero di villa Blanc è stato un lavoro esaltante ed entusiasmante. Si è trattato di un restauro conservativo, durante il quale sono stati riportati fedelmente gli schemi architettonici originali. Il risultato è che oggi non si può osservare nulla di diverso rispetto a quanto esisteva ai tempi del barone Blanc. È dunque molto importante aver riportato alla luce un bene così importante che è anche un monumento nazionale. Ricordo che qui qualcuno aveva proposto di farne residenze private o un'ambasciata. Invece questo luogo è ormai un polo che può essere utilizzato con una finalità di utilizzo collettivo»

ARTICOLI CORRELATI

avatar

La redazione di Roma Italia Lab si trova in viale Castro Pretorio 25, è ufficialmente aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 17.00, ufficiosamente h24. Per qualsiasi informazione, comunicati, richieste di collaborazione, scriveteci all'indirizzo: redazione@romaitalialab.it

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione