Un villaggio per la Terra nel cuore di Roma

Cinque giorni dedicati al nostro Pianeta con il Villaggio per la Terra, un luogo dove imparare e riflettere ma non solo. Un fitto programma di incontri, workshop, dibattiti ma anche attività per i più piccoli e intrattenimento all'insegna di un motto che dovrebbe essere al centro dell'agenda politica: #iocitengo

«Penso che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d'arte che si possa desiderare» lo diceva Andy Warhol in tempi in cui l’impronta umana sul Pianeta non era arrivata ai livelli odierni. E mentre oggi viene data notizia dei dati degli studi dell’International Institute for Applied Systems Analysis e del Norwegian Meteorological Institute sulle morti da inquinamento e nello specifico sulle polveri nocive prodotte dalle emissioni diesel, Roma si organizza per una giornata all’insegna dell’ambiente e della sostenibilità. Dal 21 al 25 aprile saranno aperte le porte del Villaggio per la Terra: un momento di sensibilizzazione alla tutela del Pianeta (organizzato da Earth Day Italia e dal Movimento dei Focolari). Un programma fitto e per un pubblico variegato che prevede concerti e performance artistiche ma anche momenti di dibattito e confronto.

Un villaggio per tutti

La Giornata Mondiale della Terra delle Nazioni Unite – giunta quest'anno alla 48ª edizione – rappresenta il momento di sensibilizzazione alla tutela del Pianeta e mobilita ogni anno oltre un miliardo di persone nei 193 Paesi dell’ONU. L’evento italiano è a Roma tra Villa Borghese e la Terrazza del Pincio. Cinque giornate di iniziative dedicate alla tutela del Pianeta con un focus particolare sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e 17 piazze multimediali dedicate ai singoli obiettivi con talk, laboratori, mostre ed eventi. Grandi, piccoli, sportivi, famiglie, studenti ma anche esperti, tutti troveranno qualcosa di interessante da fare o ascoltare. Il Villaggio infatti si suddivide in altri piccoli villaggi dedicati ognuno ad un pubblico diverso: il villaggio dello sport darà la possibilità di praticare gratuitamente giochi e attività sportive e si potrà assistere a tornei e dimostrazioni di grandi campioni. Il villaggio dei bambini è dedicato ad attività didattiche divertenti per i piccoli dal grande Parco della Biodiversità dei Carabinieri Forestali, alla Pompieropoli dei Vigili del Fuoco, agli esperimenti su vulcani e terremoti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, al Planetario gonfiabile dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. 

Un'opera di Andrea Gandini realizzata per la scorsa edizione del Villaggio

Le scuole protagoniste del futuro della Terra

Ma una particolare attenzione è rivolta alla scuola e all’educazione perché per la sensibilizzazione delle generazioni a venire passerà - si spera - un cambio di rotta nel trattamento del nostro Pianeta. Sono due gli appuntamenti per le scuole: il Festival Educazione alla Sostenibilità che si terrà dal 23 al 24 aprile, vuole mettere al centro le nuove generazioni e offrir loro un’occasione di partecipazione, formazione e confronto, portando lo sguardo su tutte le emergenze globali mondiali e sulle loro possibili soluzioni.

E gli Stati Generali dell’Ambiente dei Giovani per le scuole secondarie di secondo grado che saranno protagoniste di un confronto costruttivo tra studenti sul ruolo della cultura e del dialogo come strumenti di pace per un futuro sostenibile. I ragazzi realizzeranno un video-appello rivolto ai loro coetanei per promuovere la partecipazione attiva e un più forte coinvolgimento nelle grandi sfide del futuro, definite dall’Agenda 2030. Come accaduto lo scorso anno, quando il video fu consegnato ai Ministri dei grandi Paesi del Pianeta, riuniti nel G7 Ambiente a Bologna, l’appello sarà portato quest’anno all’attenzione del nuovo Governo italiano.

Musica, danza, teatro, letture 

Ma c’è anche vasto programma culturale con musica, danza, spettacoli teatrali, letture e performance artistiche. Sulla Terrazza del Pincio si terrà il Concerto per la Terra del 22 aprile. Tanti gli artisti già confermati tra cui Max Paiella, la social band di Radio due con Stefano Cenci featuring Frances Alina Ascione e la partecipazione di Andrea Perroni, Chiara Galiazzo, Briga e Elodie, Giulia Militello e Margherita Principi da X Factor, Alice Caioli e Leonardo Monteiro da Sanremo Giovani, gli street artist Maupal e Moby Dick , i ragazzi del giornale satirico di false notizie Lercio e gli Youtubers I Sansoni, il rapper Piotta e l’attore Antonio Giuliani, i cantautori Tony Esposito, Enrico Capuano, il rapper Clementino e il cantante Jean Michel Byron che insieme daranno vita all’Orchestra per la Terra e con la Rino Gaetano band un tributo per i 40anni di “Gianna”. Verrà inoltre creata un’Area Sanremo dove i giovani cantanti si potranno esibire e saranno giudicati da una giuria d’eccezione.

Una sapiente alternanza tra intrattenimento e contenuti e di questa seconda categoria fanno parte i talk show per approfondire gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite declinati nelle 5P della sostenibilità: people, planet, prosperità, peace, partnership. E ancora 17 piazze per approfondire gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030, qui troverete gli incontri più specifici divisi per settore.

Novità di questa edizione è la partecipazione di #Eterna2771, manifestazione nata tre anni fa per festeggiare il Compleanno - la fondazione avvenuta fondata il 21 aprile del 753 a.C. - di Roma con la notte magica dei desideri che si realizza nel lancio di un palloncino al quale solo 2771 fortunati potranno associare il loro sogno più bello. Concentrata in 48 ore di festeggiamenti #Eterna2771 offrirà al pubblico del Pincio l’essenza della romanità attraverso una maratona artistica fatta di tutto il talento Made in Roma, dalla Street Art alla Musica al Palco Libero,  fino a un torneo romano di Biliardino. Un appuntamento importante per informarsi e diventare cittadini consapevoli o anche perché no promotori di attività nella direzione dell’ambiente e della sostenibilità, punti cardine per l’agenda politica del futuro.

Il programma completo della manifestazione

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Caterina Grignani è il direttore responsabile di Roma Italia Lab. 

Per contattarla direttamente, scrivi a: caterinagrignani@romaitalialab.it

Fatto: studi letterari, viaggi con la scusa dello studio, stage e contro stage, insegnare italiano nonostante una incorreggibile "r" moscia, miglia di navigazione a vela, scampare a una tempesta, coltivare odori per cucinare, scrivere racconti, sopravvivere a un inseguimento di cinghiali

Da fare: rendere celebre Roma Italia Lab, tornare in Polinesia, scrivere un libro, avere una cucciolata di cani in salotto, suonare la pianola con le basi registrate ai matrimoni, andare all'isola di Pasqua e a Mosca e alle Azzorre, pimpare la 500 di mia nonna


Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione