Privato o rivenditore? L’incognita di scegliere un’auto usata

Privato o rivenditore? L’incognita di scegliere un’auto usata

Quando dobbiamo cambiare la nostra auto nasce fin da subito una domanda: auto usata o auto nuova? Ci sono molti motivi per cui si sceglie un’auto usata, e il prezzo è decisamente tra i motivi più importanti. La differenza di prezzo tra un buon usato garantito, anche con pochi anni, e un’auto nuova può essere notevole, ed è più che lecito puntare al risparmio.

Una volta deciso di acquistare un’auto usata nasce così il secondo dei dilemmi: ci si può rivolgere sia a privati che rivenditori, ma qual è la scelta migliore da fare?

In questo articolo cercheremo di capire quali siano i vantaggi da un lato e dall’altro, per guidare in una scelta che ci accompagnerà per diversi anni.

I vantaggi dei rivenditori

Scegliere un’auto usata presso un concessionario è la scelta che può darci più certezze. Perché? Perché legalmente il rivenditore di auto usate deve garantire una forma di garanzia sull’auto stessa, una volta uscita dal concessionario.

Ciò si trasforma nella sicurezza di avere davvero un usato garantito, un usato che sia coperto da eventuali difetti precedenti al nostro acquisto.

Se questo è il vero grande vantaggio post vendita, non sono pochi i vantaggi prima dell’acquisto.

Le auto vendute da un concessionario sono già state controllate da tecnici esperti, proprio per evitare l’insorgere di problemi, e ricondurle così in condizioni simili al nuovo.

Probabilmente il costo di un’auto usata sarà più alto rispetto a un privato, ma i vari servizi accessori rendono tale spesa più che coerente. Questi servizi non si fermano allo stato di salute dell’auto, ma includono anche il lato prettamente economico. Di cosa stiamo parlando?

In primis della possibilità di accedere a forme di rateizzazione e finanziamento, per diluire il peso economico del nostro acquisto nel tempo. E a proposito di peso economico, non possiamo non citare la possibilità di permuta, di dare quindi indietro la nostra auto usata, per ottenere una diminuzione del costo da sostenere.

La permuta è un vantaggio non di poco conto, che ci permette di non diventare a nostra volta venditori nel settore privato, di cui parleremo nelle prossime righe.

Acquistare da privati

Grazie alla rete è oggi piuttosto facile acquistare da privati. Sono molti i servizi che permettono di pubblicare le proprie inserzioni, con motori di ricerca dedicati. Per cui è più che normale ritrovarsi a vagliare le diverse offerte presenti in rete, selezionando le più compatibili con le proprie necessità.

Quali sono i reali vantaggi di una compravendita tra privati?

Solitamente un’auto venduta da un privato raggiunge un costo più basso rispetto a quella venduta da un rivenditore. Si tratta di un fenomeno piuttosto normale, visto che per il rivenditore è l’attività principale, con tutto ciò che comporta.

E per quanto riguarda il controllo del reale stato di salute dell’auto?

Da questo punto di vista è davvero difficile trovare delle reali certezze, soprattutto se non si è molto esperti su quella che è la meccanica di un’automobile.

I consigli da dare sono principalmente due: il primo è quello di farsi accompagnare, per l’ispezione dell’auto, dal proprio meccanico di fiducia o da qualcuno di esperto. Acquistare un’auto è un atto non di poco conto, ed è più che legittimo volere certezze in tal senso.

Il secondo consiglio è quello di notare lo stato in cui l’auto è stata tenuta: ci sono dei dettagli, come l’usura delle gomme, che potrebbero darci molti indizi se siamo di fronte a qualcuno che ha trattato la propria auto in modo scrupoloso o meno.