Pavart tra memoria e contingenza

In occasione di Raw Pavart presenta Top5 X Raw, seconda tappa di un progetto unitario, partito in occasione della Dodicesima Giornata del Contemporaneo e che terminerà con la terza tappa a fine novembre.

Spazio multidisciplinare e proiettato al contemporaneo Pavart riesce a dialogare armonicamente anche con la memoria antica. Se infatti mixa con flessibilità progettazione architettonica, design e arte contemporanea non rifiuta la stratificazione storica del luogo, nel cuore di Trastevere, che incorpora tra l’altro un arco rinascimentale* e un antico soffitto.

In linea con questo spirito Pavart ha aderito a Raw presentando Top5 X Raw,  la “stazione” intermedia di Top5, un progetto unico ma scandito in tre tappe. Per tale occasione ha programmato cinque incontri, più uno di “raccordo”, dedicati a ciascuno degli artisti che negli anni ha mantenuto con la galleria un rapporto continuo e costruttivo: Gregor Becker, Anna Cesarini, Angelo Savarese, Alberto Timossi e Stefano Trappolini.

Un’interazione fra l’autore e il pubblico, sia quello in galleria sia quello a distanza attraverso l’utilizzo di periscope tv, che darà voce a chi sta “a monte” delle opere e consentirà di sbirciare dietro le quinte dello “spettacolo”.

Si tratta di artisti molto diversi tra loro ma proprio tale differenza darà conto delle molteplici sfaccettature di cui è ricca la realtà romana.

Gregor Becker utilizza tessere di carta colorata come fossero luci indagando sulle possibilità dell’immagine di farsi movimento sia in termini fisici che di messaggio.

Anna Cesarini giunge, dopo varie sperimentazioni, all’uso di resine particolari che “duplicano” l’immagine sondandone  il loro potere e il significato.

Angelo Savarese concepisce l’opera come spazio “orizzontale” dove scrittura e pittura assolvono lo stesso compito: far emergere ciò che della propria interiorità non vuole lasciare muta.

Alberto Timossi dopo aver eletto “il tubo” a simbolo della sua ricerca passa ad indagare gli effetti prodotti dalla sua scomparsa, gioca sulla traccia lasciata e sui suoi effetti.

Stefano Trappolini “intrappola” l’uomo nella sua sagoma, in uno spazio che ingloba strumenti del mestiere ma anche materiali extra-pittorici per un dialogo ironico e critico con il fruitore.

Alla direttrice, Velia Littera, che si dice soddisfatta del progetto, chiediamo se può dirsi altrettanto di Raw e della situazione attuale in cui lavora.

Vedo in Raw un’iniziativa interessante e coinvolgente, il solo parteciparvi carica di energia positiva sia gli artisti che noi galleristi. La considerazione negativa è che a parte iniziative private le Istituzioni si muovono solo in certe direzioni e tagliano spazio alla sperimentazione.

Dal 2010 Pavart ha proposto eventi artistici e culturali di spessore, ricevendo anche il patrocinio di Enti ed Università; ha ospitato giovani designer in stage curriculare; si è rivolta all’estero per dare una visibilità internazionale agli artisti coinvolti, ma non ha mai ricevuto un reale interessamento né un minimo sostegno da parte delle istituzioni preposte. Il vuoto si sente, ma io vado avanti perché adoro il mio lavoro e ringrazio Raw per questa iniziativa confidando nel “potere” di lavorare in “squadra” e augurandomi che questo sia solo l’avvio di  ulteriori opportunità.

 

* Esiste uno studio che collega l’arco a quelli della struttura che ospita la  Confraternita di San Giovanni Battista dei Genovesi. Edificio realizzato a fine ‘400 da Baccio Pontelli come sede dell’ospedale per curare i marinai genovesi.

ARTICOLI CORRELATI

avatar

La redazione di Roma Italia Lab si trova in viale Castro Pretorio 25, è ufficialmente aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 17.00, ufficiosamente h24. Per qualsiasi informazione, comunicati, richieste di collaborazione, scriveteci all'indirizzo: redazione@romaitalialab.it.

Se volete restare in contatto con noi, iscrivetevi alla newsletter.

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione