StudioSotterraneo

StudioSotterraneo
StudioSotterraneo

StudioSotteraneo apre le porte al pubblico, dal 24 al 29 ottobre, in occasione della prima edizione di Rome Art Week. StudioSotterraneo nasce come laboratorio artistico interdisciplinare dall’amicizia di sette pittori: Luis Alberto Alvarez dal Messico, Carlos Atoche dal Perù, Luis Alberto Cutrone dalla Colombia, Mattia Arduini, Francesco Campese, Roberto Farinacci e Antonio Russo dall’Italia.

StudioSotterraneo si trova nel quartiere del Pigneto: è un laboratorio artistico, uno spazio di coworking e di lavoro artigianale ed intellettuale. Un luogo sempre aperto alle diverse influenze, punto di riferimento per le arti alternative a Roma, StudioSotterraneo realizza mostre, performance, concerti, spettacoli teatrali ed è la sede della Scuola sperimentale di formazione artistica.

StudioSotterraneo aderisce a Raw con un programma ricco di eventi ed appuntamenti organizzati e curati dagli artisti che ne fanno parte. Ogni giorno della Rome Art Week vengono presentati eventi e progetti differenti: mostre, workshop, laboratori di grafica, concerti, performance, proiezioni video.

Il 24 ottobre si è inaugurata la mostra StudioSotterraneo, una collettiva degli artisti Mattia Arduini, Alvarez, Francesco Campese, Luis Alberto Cutrone, Roberto Farinacci, Antonio Russo e Carlos Atoche. L’esposizione, curata con la collaborazione di Chiara Vannucchi ed Emanuela Robustelli, resterà aperta per l’intera durata della manifestazione Raw. La mostra mette in luce «le peculiarità, le differenze e le affinità dei componenti del gruppo ed apre le porte ad un modo misterioso di concepire ed analizzare i diversi linguaggi artistici». 

Valentina Certo ha approfondito i percorsi degli artisti in mostra.

Roberto Farinacci con la sua pittura introspettiva racconta «l’umanità e l’amore in un crescendo di emozioni e sensualità delle forme» attraverso ritratti, nudi femminili, forme astratte e paesaggi.

Antonio Russo, osservando il cosmo, «dipinge se stesso in continua evoluzione e trasformazione materiale e spirituale. La sua ricerca artistica è fatta di stelle, pianeti e costellazioni che volteggiano trasfigurati nell’universo della tela e dei supporti diversi, cercati e riutilizzati».

Luis Alberto Alvarez, compositore, attore, incisore, muralista e pittore, è un artista eclettico che esplora l’arte dalle origini, elaborando forme in piena armonia tra il dualismo spirito/materia. Il gesto primitivo, i segni decisi e i colori graffianti caratterizzano le sue creazioni.    

Carlos Atoche concepisce l’arte come un’esperienza mistica da condividere, un continuo tentativo di rinnovarsi rivisitando l’arte del passato. Passeggiando tra le vie dei centri storici di quasi tutta Italia, soprattutto Roma, oppure quelli di Berlino e Lima, si possono ammirare i murales da lui realizzati.

In Luis Alberto Cutrone, disegni, incisioni, muralismo ed animazione diventano mezzi espressivi potenti e carismatici. Lo spettatore viene quasi “trascinato” in colori e mondi lontani, in un percorso intriso di pura emozione .

Francesco Campese, gioca sulla contrapposizione di luci e ombre che si stagliano su spazi e piani. «La sua pittura, in continuo equilibrio, è un’analisi introspettiva che si esplica con l’architettura e l’eliminazione di ciò che potrebbe sembrare superfluo».

Martedí 25 ottobre. Alle ore 17.00, Linograffiando: workshop di incisione su linóleum a cura di Carlos Atoche, rivolto sia ai principianti che hanno voglia di cimentarsi con l’arte incisoria, sia agli artisti professionisti. Alle ore 20.00, Disegno, grafica d’arte e rilegatura: presentazione del corso di disegno e grafica d’arte a cura di Luis Cutrone, che introduce alla rilegatura giapponese ed europea per auto-produrre un’agenda personale o un libro d’artista. Alle ore 22.00, il concerto jazz con Gloria Trapani (voce), Alessandro del Signore (contrabbasso), Luigi Di Chiappari (pianoforte), Mattia Di Cretico (batteria): un progetto musicale dove il jazz incontra la canzone, un continuo dialogo per attingere ad ascolti e soluzioni molteplici.

Mercoledí 26 0ttobre. Alle ore 16.00, Riciclo della carta e autoproduzione dell’inchiostro ferro-gallico: workshop diretto da Luis Cutrone. Il laboratorio sul riciclo della carta dà la possibilità di apprendere l’antica tecnica della carta fatta a mano nella tradizione occidentale, rifacendosi alle tecniche utilizzate nelle cartiere, quello sull’autoproduzione dell’inchiostro, invece, insegna a tutti come potersi preparare da soli l’antico inchiostro bruno chiamato ferro gallico, che ebbe nel Medioevo e nel Rinascimento un grande impiego nella realizzazione del disegno. Alle ore 19.00, Dal Segno al Muralismo: introduzione al corso di pittura diretto da Luis Alberto Alvarez, che si propone di accompagnare lo studente dal primo approccio con il colore e il segno, fino alla plasticità della pittura ad olio. Inoltre, lo studente avrà l’occasione di sperimentare l’esperienza della pittura urbana, seguendo il maestro Alvarez nello sviluppo del muralismo come arte pubblica. Alle ore 22.00, Jazzock – D.D.P. Quartet live: concerto jazz rock con Davide Di Pasquale al trombone e tromba, Filippo Ferazzoli alla chitarra, Alessandro Del Signore al contrabbasso e Mattia Di Cretico alla batteria.  La musica si carica di energie sotterranee impalpabili, da ascoltare ad occhi chiusi o, al contrario, da ballare.

Giovedí 27 ottobre. Alle ore 20.00 The Little Match Girl: spettacolo di fuoco, con Enrica Di Benedetto, già performer presso Le Stanghe & Le Svampe, trasmette attraverso la danza e l’elemento del fuoco, immagini, sensazioni e diversi modi di vivere la propria femminilità. «Il fuoco, potente e ipnotico, è portato in scena come elemento di aggregazione ed espressione, in una travolgente esperienza che spazia ed è ispirata da diverse discipline, dallo yoga alla danza indiana, dall’arte marziale alla giocoleria, al fachirismo». Alle ore 21.00, Imago Mundi della Compagnia Teatrale Maner Manush: «una performance dedicata alla visione della Creazione dell’Universo e dell’Uomo. Un viaggio astrale che fluttua nell’essenza del Creato, per svelare suoni, passi, costellazioni e archetipi-figure, che guidano il Pellegrino sulla Terra». 

Venerdí 28 ottobre. Alle ore 22.00 Alvarez live Concerto Tribal Rock: Alvarez chitarra e voce, Andrea Lattari percussioni. Originario del Messico, con le sue composizioni sperimentali Alvarez colora di tradizione il rock autentico che nasce dalla sua chitarra con le sonorità tribali africane e indiane, al ritmo delle percussioni di Andrea Lattari.

Sabato 29 ottobre. Alle ore 20.00 prima visione del documentario Sogni Sotterranei di Martina Cocco. Nel documentario, in cui la regista interroga gli abitanti del quartiere romano Pigneto, emergono ricordi di strade, muri, angoli ora abbandonati, dimenticati da tutti. «Nel ricostruire quei luoghi si passa tra le fessure delle rovine ancora in piedi. Immergendosi tra ricordi, la regista si accorge che quei spazi ora in rovina, erano utilizzati per la produzione di fotoromanzi. Semplici racconti d’amore, che alimentavano la vita collettiva e il suo immaginario, regalando sogni e speranze».

Pubblichiamo il video L’arte contemporanea secondo Luis Alberto Alvarez a cura di Roma Italia Lab. L’artista racconta brevemente la fondazione di StudioSotterraneo e il personale contributo all’arte contemporanea romana. Alvarez afferma:«abbiamo potuto unificarci sotto questo nome: sotterraneo perché siamo sottoterra, e anche perché siamo sempre stati fuori dal sistema. In questo senso StudioSotterraneo è un punto di incontro di artisti alternativi».

© Riproduzione riservata

Il luogo di questo articolo


Condividi questo contenuto
Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on Twitter

736 visualizzazioni

Storico dell’arte, archivista e curatore. Iperattiva, sognatrice, ama scrivere e scattare fotografie. Il cambiamento è una costante della sua vita. Raccoglie oggetti per strada, è sempre alla ricerca di nuovi amuleti.