La prenestina

Poesia di Matteo Mingoli

non è poi così lunga
la prenestina
ma quanto basta 
che ripercorsa
da parte a parte
ti calma l'anima
ed appacifica 
umanità scontrose 
scontrarsi a mente aperta
in quel sospinto dialogo 
mite prolifico saggio
percorso comune
dibattuto a una mèta 
barlume d'inizio
indizio d'arrivo 
mai precisata fine
ma sempre viaggio

 

forte del mio cappello
inglese da saltimbanco
rincorro posa
e prossemica
in ombra
inesperto
a tutte le luci
della ribalta
che allunghi il mio viso
mi mostri scaltro
svezzato sapiente
poetico in arte
in vita colto
d'intelligenza mista
vivida ironica
etica
triste

 

come a impilar passi
leggeri e silenziosi
mossi lenti
fra campi arati ed alberi
di mille colori tinti
come fossero freschi
d'un dito di van gogh
m'adeguo a spezzar fiato
del divenir sorpasso
grato proseguo fiero 
in direzione roma 
o verso fuori
e assorto ricanticchio
cori e motivi noti
ad il mio solo
orecchio

 

seguo gincane di rotaie rosse
di maglie d'asfalto
radici di pini
supplisco 
invano 
a brutali stagioni e climi
pur sempre lo stesso
un nuovo abito indosso
ed al sommesso ballonzolìo
del movimento
cullo nel suono il peso
dell'intimo rimuginar
rumore bianco interno
che sento così fioco
eppur vicino

 

 

ARTICOLI CORRELATI

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione