La realtà svelata di Giacomo Costa

Le impalcature, le strutture, le sovrastrutture che sorreggono una natura spogliata della sua bellezza, circondata da caos o da un eccesso d’ordine comunque spersonalizzante, hanno evidentemente un valore reale ma anche metaforico. L’autore, tuttavia, non si limita alla semplice registrazione del fatto ma intuisce la proiezione del fatto, il destino al quale la città, e con lei la civiltà, sono forzosamente trascinate.