L'arte del sottosuolo

Con «Into the land art: Earth spiral» l'installazione di virtual reality, site-specific, di Chiara Passa è stato possibile sbirciare sotto il terreno molisano al festival Rocciamorgia. Ecco un video di questa terra immaginaria

Into the Land Art è un progetto di realtà virtuale costituito da varie video installazioni create ad-hoc per luoghi specifici.

L'intera serie di opere (più di trentacinque figure progettate) utilizza la realtà virtuale e fa parte di un progetto di ricerca che ho iniziato nel 2015, filo conduttore del mio percorso artistico già dal 1996, frutto di un profondo interesse per lo spazio e di come esso si trasforma in base al linguaggio informatico.


Earth spiral, l'opera che è stata esposta al festival Rocciamorgia - il Molise di mezzo dal 27 al 30 luglio, utilizza venti visori 3D (Google Cardboard) e relativi smartphone che mostrano venti animazioni fruibili attraverso la tecnologia della realtà virtuale.

Per Earth spiral, i Google cardboard sono ospitati dalla terra di Rocciamorgia per orchestrare una spirale ben innestata in essa (ispirata all’opera Spiral Jetty iniziata nel 1970 dell’artista Robert Smithson sul grande lago salato nello Utah). Nella mia spirale all'interno di ogni visore 3D il pubblico può intraprendere un viaggio oltre la terra, al di là dello spazio fisico, immergendosi in una dimensione liquida che sovverte le coordinate cartesiane.

ARTICOLI CORRELATI

avatar

Artista visiva, laureata all’Accademia di Belle Arti di Roma con un master in Nuovi media audiovisivi presso la Facoltà di Lettere Moderne. La sua ricerca artistica nasce dalla combinazione di molti tipi di media e piattaforme e analizza i cambiamenti nello "spazio liquido" attraverso una varietà di tecniche, tecnologie e dispositivi, facendo spesso ricorso alla realtà aumentata e alle tecnologie di realtà virtuale. Lavora con l’animazione e con tecniche interattive di video-installazione; inserisce l’arte digitale nello spazio pubblico, come nel caso delle opere site-specific e video-mapping; realizza video-sculture e video-oggetti; App e Widget artistiche. Esplora le potenzialità offerte dai linguaggi informatici per sperimentare in modo rigoroso e personale la piena gamma espressiva e le possibilità creative sconosciute che i nuovi media continuano a offrire. Ha ricevuto diversi premi, tra cui l’E-Content Award (2012). Dal 1997 le sue opere vengono regolarmente presentate a livello internazionale presso gallerie e festival, conferenze e istituzioni

Roma Italia lab srl

Autorizzazione Tribunale di Roma n.60 del 23 marzo 2017

Sede legale: Via Festo Avieno 59, 00136

Sede operativa: Viale Castro Pretorio 25, 00185

Tel. 06 85352463

P.I. e C.F. 11448611001

Direttore Responsabile: Caterina Grignani

Redazione: Simona Pandolfi & Allegra Mondello

newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione