Come si diventa insegnante?

Come si diventa insegnante

Lavorare nel mondo della scuola in qualità di insegnante è ancora oggi il sogno di migliaia di studenti universitari che frequentano la laurea specialistica apposita per riuscire a ottenere una cattedra. Le persone che sognano la carriera di insegnante conoscono però bene quali possano essere le difficoltà da superare lungo il percorso che precede l’agognato momento della nomina, per questo motivo è fondamentale avere una grande forza di volontà e, allo stesso tempo, una grande passione nei confronti della materia che si sta studiando e per la quale ci si vuole un giorno candidare al ruolo di insegnante. Ci sono anche tanti studenti universitari che invece ancora non conoscono le varie tappe che consentono di diventare insegnante, tra cui figura anche la messa a disposizione (maggiori informazioni al link https://madscuola.it/), ed è proprio a loro che rivolgiamo il nostro approfondimento odierno, in cui cercheremo di rispondere alle domande più frequenti che ragazzi e ragazze si pongono al momento di scegliere un preciso indirizzo universitario al fine di coronare un giorno il sogno di diventare insegnanti.

Quali sono i titoli di studio richiesti per diventare insegnante

Cominciamo la nostra guida presentando nel dettaglio quali sono i titoli di studio necessari per diventare un giorno insegnante presso una scuola statale. Nella maggior parte dei casi, è richiesta una laurea specialistica o magistrale, oppure ottenuta quando ancora era in vigore il vecchio ordinamento. Nel caso però si sia indirizzati a trovare lavoro come insegnante presso la scuola dell’infanzia e primaria, basta anche il possesso di un determinato diploma: lo stesso discorso può essere esteso per altri tipi di professioni come ad esempio gli educatori nei convitti e i docenti tecnico pratici. Se si hanno difficoltà a capire quali siano i diplomi richiesti per un determinato insegnamento, è importante sapere che esistono numerosi siti Internet specializzati a cui rivolgersi per ottenere una risposta immediata, così come diverse app disponibili gratuitamente per smartphone Android e iPhone.

Il requisito dei 24 CFU

Oltre al titolo di studio, per diventare insegnante bisogna anche essere in possesso di un altro requisito indispensabile: i 24 CFU (Crediti Formativi Universitari) in specifici ambiti, come le discipline pedagogiche, psicologiche e antropologiche, oltre alle tecnologie e metodologie didattiche. A tal proposito, è importante sottolineare che in assenza dei 24 crediti formativi gli aspiranti insegnanti non possono nemmeno partecipare al concorso ordinario né iscriversi nelle graduatorie d’istituto. Non solo però, perché tali crediti vengono richiesti anche per iscriversi alle GPS, vale a dire le graduatorie istituite a livello provinciale per la nomina dei supplenti da parte dei dirigenti scolastici. Nella maggior parte dei casi, il riconoscimento dei 24 CFU avviene in ambito universitario, dove vengono attivati dei specifici corsi per il conseguimento dei crediti. In alternativa, essi vengono accreditati anche presso gli istituti AFAM (acronimo per identificare le istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale).

Come funzionano le assunzioni degli insegnanti nella scuola pubblica

Passiamo infine all’ultimo argomento della nostra guida odierna, vale a dire come avvengono le assunzioni dei docenti all’interno della scuola statale. I neolaureati e gli insegnanti precari hanno davanti a loro due soluzioni: l’iscrizione nelle GPS (graduatorie provinciali per la nomina dei supplenti) e alle graduatorie di terza fascia. In aggiunta a ciò, le assunzioni degli insegnanti avvengono tramite concorso ordinario e straordinario. Se il desiderio è quello di diventare insegnante di una scuola secondaria, esistono in totale tre concorsi: straordinario per ruolo, procedura abilitante e il tradizionale concorso ordinario. Nel caso specifico invece della scuola primaria e della scuola dell’infanzia, va aggiunto che il concorso ordinario è istituito in genere una volta ogni due anni. Infine, l’abilitazione all’insegnamento viene ottenuta tramite il superamento del concorso ordinario (per quanto riguarda la scuola secondaria) e la laurea presso Scienze della formazione primaria per chi ambisce a insegnare nella scuola primaria e dell’infanzia.