Vai al contenuto
Home » Quali sono i compiti di un operatore socio sanitario?

Quali sono i compiti di un operatore socio sanitario?

Quali sono i compiti di un operatore socio sanitario?

Conosciuto anche semplicemente come OSS, l’Operatore Socio Sanitario appartiene ad un settore lavorativo dove il benessere e le priorità altrui sono sempre poste al centro dell’attenzione. Questa occupazione si basa su un vero e proprio supporto infermieristico che si occupa sostanzialmente della cura e dell’assistenza di base di pazienti malati, anziani oppure affetti da disabilità. Il loro compito é quello di garantire costantemente un benessere sociale, psicologico e fisico alle persone di cui si prendono cura. Solitamente un Operatore Socio Sanitario lavora in strutture sanitarie come: ospedali privati, ospedali pubblici, residenze sanitarie e case di cura.
In questo articolo si approfondirà questa interessante occupazione, quali sono le mansioni di un OSS e come diventarlo.

Come diventare un Operatore Socio Sanitario? Quali sono i requisiti?

Per poter intraprendere la carriera dell’OSS é necessario prendere parte ad un corso di formazione professionale, presso una qualsiasi scuola o istituto purché questi siano accreditati. Senza dubbio lo step finale e fondamentale é quello di passare l’esame finale che si svolgerà al termine del corso. Le materie che verranno esaminate durante il corso sono: legislazione sanitaria, igiene della persona, pronto soccorso, educazione alla salute, psicologia della relazione, assistenza domiciliare, pedagogia e tecniche riabilitative basilari. Secondo quanto previsto dal corso, un periodo di tempo dovrà anche essere impiegato nella pratica professionale o in un tirocinio che verrà svolto in una struttura sanitaria convenzionata. L’attestato che si ottiene al termine del corso é un attestato di qualifica professionale di OSS. Tale documento permette di esercitare la professione di Operatore Socio Sanitario nell’ambito dell’assistenza ospedaliera e anche quella domiciliare.
Per coloro che sono interessati all’opportunità, inoltre, é possibile iscriversi ad un ottimo corso per diventare Operatore Socio Sanitario a Roma, autorizzato dalla regione Lazio, ottenendo così la documentazione necessaria per svolgere l’impiego.

Che cosa fa un OSS?

Senza alcun dubbio la responsabilità più grande di un Operatore Socio Sanitario é quella di individuare i bisogni primari del proprio paziente sia nelle semplici attività quotidiane che in quelle di igiene personale. Una volta rilevati tali bisogni é fondamentale il soddisfacimento di questi ultimi, favorendo così il benessere e la tranquillità della persona interessata. In sintesi il compito di un OSS é quello di fornire tutta l’assistenza necessaria a pazienti parzialmente o totalmente non autosufficienti. Gli interventi che si possono incontrare in questa carriera sono di tipo igienico-sanitario, o attività come l’aiuto nelle operazioni di cura e igiene personale. L’Operatore Socio Sanitario garantisce anche aiuto domestico come ad esempio la pulizia dell’ambiente, o attività di animazione per assecondare la socializzazione di singoli individui o gruppi.
Talvolta all’OSS può essere richiesto di svolgere piccole e semplici attività di supporto infermieristico, questo però solo dietro le precise indicazioni di un infermiere. Gli Operatori Socio Sanitari, infatti, sono esclusi da tutte le azioni che rientrano solo nelle competenze di un medico o infermiere. Solitamente i pazienti che ricevono aiuto e assistenza dagli OSS sono: bambini, persone afflitte da patologie psichiatriche, malati terminali, persone anziane e persone con handicap.
Generalmente le mansioni e i compiti degli Operatori sono le seguenti:

  • Promuovere interventi di socializzazione per garantire il benessere psicologico del paziente;
  • Garantire tutto l’aiuto possibile a paziente totalmente o parzialmente non autosufficienti;
  • Occuparsi di attività riguardanti l’igiene dell’ambiente, quindi pulizia e disinfezione;
  • Assistere attività di cura e igiene della persona;
  • Aiutare per quanto riguarda l’assunzione corretta di farmaci;
  • Garantire aiuto per il compimento delle funzioni fisiologiche;
  • Realizzare attività semplici per il supporto terapeutico e diagnostico;
  • Preparare e aiutare a somministrare i diversi pasti del giorno;
  • Rilevare i parametri vitali;
  • Aiutare nelle attività di deambulazione;