Come scegliere la giusta lama a nastro per un segatronchi

Come scegliere la giusta lama a nastro per un segatronchi

Lavorare il legno è un’attività che richiede molto impegno, precisione e manualità, se si vuole un risultato coerente che rispetti le proprie aspettative occorre scegliere una lama giusta.
Scegliere una giusta lama a nastro per il proprio segatronchi può sembrare un’impresa ardua, sul mercato si trovano molte tipologie e sono tutti diverse tra loro. Per arrivare ad acquistare il prodotto giusto è necessario seguire alcuni consigli.

Iniziare dalla giusta forma dei dentini

Uno dei parametri da tenere in considerazione nella scelta di lame a nastro per segatronchi (come spiegato qui https://www.crocoblade.com/lame-sega-nastro) è la forma dei dentini, essa deve essere specifica a seconda della tipologia di materiali che si vuole lavorare. Inoltre, scegliere una lama con dei dentini adatti permette anche di avere molta più stabilità nell’utilizzo del segatronchi. Sul mercato si distinguono principalmente tre alternative: H, P e K che sono utilizzate per lavorare i materiali molto robusti e la lama N che si utilizza per lavori di precisione. Avendo una vasta scelta, l’artigiano ha campo libero sulla lama che vuole utilizzare, inoltre può essere cambiata anche durante il lavoro in quanto la lama del segatronchi può essere esportata.

Caratteristiche e modalità di utilizzo di una lama a nastro per segatronchi

Generalmente tutte le lame a nastro di un segatronchi vengono divise in due categorie, esse possono essere larghe o strette. Le prime menzionate sono sicuramente molto più robuste, veloci da utilizzare, ma hanno una precisione molto scarsa. Mentre le lame strette sono utilizzate da chi svolge lavori molto precisi e dettagliati, inoltre la lama è molto flessibile. Prima di procedere con l’acqiuisto non bisogna mai sottovalutare anche la lunghezza della lama, che viene misurata dalla punta fino al manico, oltre alla larghezza. Attraverso queste piccole caratteristiche è possibile farsi un’idea della tipologia di lama che più si adatta al proprio lavoro, il risultato finale deve essere senza dubbio senza sbavature o imperfezioni.

Lavorazione del legno con una giusta lama a nastro

Le lame di tutte le segatrochi funzionano attraverso un meccanismo ad inerzia, in questo modo riescono ad essere stabili anche ad alta velocità. Il meccanismo fa si che la lama continua a subire l’attrito anche dopo che la forza motrice diminuisce, inoltre non importa se si è falegnami o artigiani a tutti può essere capitato di acquistare una lama che non è ottimizzata per il tipo di macchinario che si utilizza. Nell’ultimo caso si perderà molto tempo perché le zone lavorate risulteranno ruvide e qualche volta anche bruciate. Questo denota quanto sia importante scegliere la lama giusta che si adatta perfettamente al proprio segatronchi. In ogni caso è sempre consigliabile chiedere aiuto ai professionisti del settore facendosi consigliare i prodotti migliori tra centinaia di lame presenti, infine è sempre meglio optare per una lama resistente e molto precisa.

Perché è importante una lama a nastro?

La lama a nastro per segatronchi è una delle poche a possedere dei dentini ed è per questo che viene utilizzare per poter fare molte tipologie di taglio, si tratta di un modello molto versatile. La lama a nastro segue tutte le scanalature permettendo all’artigiano di mettere in atto tutte le modifiche necessarie. Soprattutto se si svolgono professioni in cui bisogna lavorare il legno e altri materiali tutti i giorni, lama è sicuramente un’elemento fondamentale.